Milva, la Rossa: la grandezza di saper uscire di scena - Roba da Donne

Milva, la Rossa: la grandezza di saper uscire di scena

Milva, la Rossa: la grandezza di saper uscire di scena
Fonte: Getty Images
Foto 1 di 8
Ingrandisci

Un album, l’ultimo, e poi il comunicato sul suo sito ufficiale: nel 2010, a sorpresa, Milva annunciò il suo ritiro dalle scene “dopo cinquantadue anni di ininterrotta attività, migliaia di concerti e spettacoli teatrali sui palcoscenici di una buona metà del pianeta, dopo un centinaio di album incisi in almeno sette lingue diverse”.

Cantante, attrice ed esecutrice musicale e teatrale, è stata la musa di registi e compositori come Giorgio Strehler, Astor Piazzolla, Franco Battiato ed Ennio Morricone, dando sempre tutta se stessa al pubblico, grazie a un incredibile mix di talento, versatilità e passione.

Oggi questa magica e difficile combinazione forse non mi è più accessibile: per questo, dato qualche sbalzo di pressione, una sciatalgia a volte assai dolorosa, qualche affanno metabolico; e, soprattutto, dati gli inevitabili veli che l’età dispiega sia sulle corde vocali sia sulla prontezza di riflessi, l’energia e la capacità di resistenza e di fatica, ho deciso di abbandonare definitivamente le scene e fare un passo indietro in direzione della sala d’incisione, da dove posso continuare ad offrire ancora un contributo pregevole e sofisticato.

Dopo le ultime interviste, nell’autunno dello stesso anno, il silenzio, rotto solo dalla figlia Martina Corgnati, che in diverse occasioni è tornata a parlare della madre. Intervistata tempo fa dal Messaggero, ha interpretato la scelta di Milva, dandone una lettura precisa e illuminante: si è trattata di una decisione coraggiosa, che non tutti hanno saputo prendere nella storia dello spettacolo. Perché ci vuole grande personalità anche per dare l’addio al proprio pubblico, non solo alla vita d’artista.

Mia madre si è ritirata, ha fatto una scelta precisa, rispettosa della sua lunghissima carriera. Ritirarsi è anche un atto di rispetto che ha un prezzo nei confronti del proprio narcisismo.

Marlene Dietrich e la storia del primo bacio lesbico del cinema

Sfogliate la gallery per ripercorrere la carriera di Milva…

Articolo originale pubblicato il 12 Luglio 2019