Kirk Douglas compie 103 anni: amori e carriera - Roba da Donne

Kirk Douglas se n’è andato il 5 febbraio 2020. Lo ha annunciato proprio suo figlio, Michael, attraverso il suo profilo Instagram.

Visualizza questo post su Instagram

It is with tremendous sadness that my brothers and I announce that Kirk Douglas left us today at the age of 103. To the world he was a legend, an actor from the golden age of movies who lived well into his golden years, a humanitarian whose commitment to justice and the causes he believed in set a standard for all of us to aspire to. But to me and my brothers Joel and Peter he was simply Dad, to Catherine, a wonderful father-in-law, to his grandchildren and great grandchild their loving grandfather, and to his wife Anne, a wonderful husband. Kirk's life was well lived, and he leaves a legacy in film that will endure for generations to come, and a history as a renowned philanthropist who worked to aid the public and bring peace to the planet. Let me end with the words I told him on his last birthday and which will always remain true. Dad- I love you so much and I am so proud to be your son. #KirkDouglas

Un post condiviso da Michael Douglas (@michaelkirkdouglas) in data:

È con tremenda tristezza che io e i miei fratelli annunciamo che Kirk  Douglas ci ha lasciato oggi all’età di 103 anni – ha scritto l’attore di Attrazione fatale – Per il mondo era una  leggenda, un attore dell’età d’oro dei film, il cui impegno umanitario per la giustizia e le cause in cui ha creduto hanno fissato uno standard a cui tutti aspiriamo. Ma per me, i miei fratelli Joel e Peter era semplicemente papà, per Catherine, un meraviglioso suocero, per i suoi  nipoti e pronipote, il loro nonno amorevole, e per sua moglie Anne, un marito meraviglioso.

La vita di Kirk è stata ben vissuta e lascia un’eredità nel cinema che durerà per le generazioni a venire, e una storia come un famoso filantropo che ha lavorato per aiutare la gente e portare la pace sul pianeta. Vorrei concludere con le parole che gli ho detto durante il suo ultimo compleanno e che rimarranno  sempre vere. “Papà, ti amo così tanto e sono così orgoglioso di essere tuo figlio.”

Tutti conoscono Kirk Douglas per essere stato uno dei più grandi interpreti del cinema statunitense – e anche per aver lottato affinché qualcuno di valore avesse il giusto riconoscimento per il suo genio nella settima arte. Nell’immaginario collettivo è stato per tutti Spartacus, lo schiavo del film diretto da Stanley Kubrick su sceneggiatura di Dalton Trumbo – ma affascinante come la sua carriera è stata ed è anche la sua vita privata, i suoi amori, la sua famiglia, i figli.

Durante i suoi 103 anni di vita, Kirk Douglas è stato sposato per due volte, la prima dal 1943 al 1951 con la collega britannica Diana Dill e poi dal 1954 con la produttrice Anne Buydens, conosciuta sul set di un film in Francia, Atto d’amore. In totale l’attore ha avuto quattro figli, Michael Douglas e Joel, nati dal primo matrimonio, Peter Vincent ed Eric, nati dal secondo – Eric è però venuto a mancare nel 2004 a 46 anni. Ma in tutto questo tempo ha anche avuto vari flirt e delle infedeltà, tanto che il primo matrimonio terminò proprio a causa delle sue mille avventure.

Tra i suoi amori si annoverano Anna Maria Pierangeli – con cui condivise il set di Storia di tre amori, ma che poi si invaghì di James Dean – e altre colleghe come Joan Crawford – e la figlia Christina, l’autrice di Mammina cara – Rita Hayworth e Marlene Dietrich. Kirk Douglas ci provò perfino con Lauren Bacall, che l’aveva introdotto al mondo del cinema.

11 vip che sono sopravvissuti alle corna, come tutti noi
13

L’incontro con la moglie Anne fu molto particolare, sia perché con lei diede vita a una casa di produzione, la Bryna Production – con cui poi produsse appunto Spartacus, di cui era protagonista, ma anche per via di un’interessante riflessione sul tradimento che scaturisce dalla natura della loro storia d’amore che dura ancora oggi. Ne parla Guia Soncini in un articolo di Elle, che cita il libro Kirk and Anne: Letters of love, laughter, and a lifetime in Hollywood, scritto a quattro mani da marito e moglie. Con il permesso di Anne, Kirk Douglas aveva raccontato le sue tantissime altre storie d’amore, e lei alla fine ha dichiarato:

Sono certa che sia stato quel candore a fare del libro un bestseller.

Il modo in cui Kirk Douglas e Anne hanno trascorso questi 65 anni d’amore insieme è tutt’altro che fiabesco. È reale. La prima volta lei ha rifiutato un invito in un ristorante chic e poi si è confusa con le formule nuziali il giorno del matrimonio. E poi ci fu quella volta che lei pretese che Kirk viaggiasse su un aereo di linea invece che sul jet privato: litigarono, ma poi quell’aereo che l’attore perse era quello che trasportava Mike Todd, morto proprio durante quel volo. È come se i due siano davvero due metà di una mela, in barba ai tradimenti di lui:

Sono europea – scrive Anne – sapevo che la fedeltà totale è irrealistica in un matrimonio.

Addio a Kirk Douglas: la storia di un grande amore che non teme i tradimenti
Fonte: Getty Images
Foto 1 di 11
Ingrandisci

Articolo originale pubblicato il 5 Dicembre 2019