logo
Galleria: Ilary Blasi e Francesco Totti: la storia su cui nessuno avrebbe scommesso

Ilary Blasi e Francesco Totti: la storia su cui nessuno avrebbe scommesso

L'amore che se ne frega dei cliché, degli scettici, dei dubbiosi. L'amore di Ilary Blasi e Francesco Totti, oggi uniti più che mai, dopo 13 anni insieme.

Metti due ragazzi, giovani, che, pur essendo della stessa città, si conoscono solo quando entrambi sono famosi e affermati ciascuno nel proprio lavoro.

Lei si chiama Ilary, perché il papà, appassionato di film western, le ha dato il nome della protagonista di una pellicola che gli era tanto piaciuta, è nel mondo dello spettacolo praticamente da quando ha imparato a camminare ma solo da qualche anno ha cominciato a farsi conoscere veramente, nel ruolo di Letterina.

Lui è Francesco, arriva dal quartiere romano di Porta Metronia, e di mestiere fa il capitano della squadra di calcio che ha sempre amato fin da bambino.

Vengono da due parti opposte della stessa città, lui da Roma Sud, tradizionalmente in conflitto con la Roma Nord da cui invece arriva lei (che, oltretutto, arriva da una famiglia di laziali doc, ti immagini lo sgomento del papà quando come genero gli si presenta il capitano della Roma?), ma poi il caso vuole che si incontrino, si piacciano, che si sposino nel 2005 e abbiano tre bambini, e che da allora formino una delle coppie inossidabili dello spettacolo italiano, sicuramente una delle più divertenti, autoironiche, spiritose e affiatate.

Ilary Blasi e Francesco Totti sono marito e moglie dal 19 giugno 2005: 13 anni d’amore (senza contare quelli di fidanzamento) coronati dall’arrivo di Christian, Chanel e Isabel, più di un decennio di unione fatto di grandi successi professionali – la carriera che ha preso sempre più quota di lei, le gioie sul campo di lui, con la ciliegina sulla torta della vittoria ai Mondiali nel 2006 – ma anche di lacrime amare; quelle, ad esempio, che il capitano della Roma ha versato (e fatto versare a tutto lo stadio) il 28 maggio 2017, quando ha annunciato il suo ritiro ufficiale dal calcio giocato.

Mentre a centrocampo Francesco raccoglieva la standing ovation di tutto l’Olimpico piangendo come un bambino, Ilary stava al suo fianco, con quella maglietta, 6 unica, che tanti anni prima lui le aveva dedicato dopo un gol; silenziosa, discreta, ma sempre presente accanto al suo uomo, per accompagnarlo in uno dei momenti più difficili della sua vita, sicuramente il più difficile della sua carriera, lui che per quello sport, e quella maglia, ha dato tutto.

Ilary e Francesco, forse un amore su cui pochi avrebbero scommesso: in un’epoca, quella in cui è nata la loro storia, in cui il binomio valletta-calciatore andava forte, ma era destinato il più delle volte a dissolversi in una bolla di sapone nello spazio di un anno, a volte anche meno, anche le chance che molti davano alla loro relazione erano vicine allo zero.

E, del resto, per molti era difficile pensare che Ilary avrebbe compiuto un percorso umano simile, togliendosi di dosso la scomoda etichetta dell’eterna Letterina, a forte rischio meteora, per diventare una delle conduttrici più richieste, divertenti, preparate e brave della nostra televisione, tanto da guadagnarsi il timone de Le Iene e del GF Vip; così come ancor più difficile era pensare a un Totti devoto a una sola donna, padre di famiglia amorevole e presente, lui che vantava storie e flirt con donne belle, anzi bellissime, piuttosto effimere.

Ma, come spesso accade, il bello della vita è proprio che riesce sempre a sorprenderti, a regalarti quell’inaspettato che diventa qualcosa di meraviglioso, di magico… Di unico, appunto, come recitava quella t-shirt indossata dal numero 10 giallorosso dopo un  gol.

Così, Ilary e Francesco se ne sono fregati dei cliché, delle chiacchiere, delle scommesse sulla brevità del loro amore, e oggi sono ancora qui, più forti e uniti che mai, circondati dall’amore di tre figli splendidi che sono le copie in miniatura di mamma e papà, capaci di non prendersi mai troppo sul serio e di dare in pasto al pubblico solo poche gocce sapientemente scelte della propria vita privata. Una versione moderna di Sandra e Raimondo, in grado di ridere di sé e di scherzare dei propri difetti, che va avanti infischiandosene beatamente dei gossip.

Oggi, dopo 13 anni d’amore, forse gli scettici che già gridavano al fuoco di paglia dovrebbero trovare il coraggio di fare un mea culpa, perché, a guardarli, i due sono ancora innamorati pazzi l’uno dell’altra. E a noi piace pensare che la loro storia sarà davvero da “per tutta la vita”.

Ilary Blasi e Francesco Totti: la storia su cui nessuno avrebbe scommesso

Ilary Blasi e Francesco Totti: la storia su cui nessuno avrebbe scommesso
Foto 1 di 12
x
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...