logo
Galleria: Il cimitero degli animali dove dormono l'”eterno risposo” cani e gatti vip

Il cimitero degli animali dove dormono l'”eterno risposo” cani e gatti vip

Il cimitero degli animali dove dormono l'"eterno risposo" cani e gatti vip
Foto 1 di 7
x

Chiunque abbia mai avuto un animale nella sua vita sa quanto grande sia il dolore che si prova nel perderlo; molto spesso, poi, si cerca di tenere i resti del proprio amico a quattro zampe il più possibile vicino a sé, magari cremandolo per poi conservare le ceneri a casa, anche se oggi sono sempre più diffusi i cimiteri per cani, gatti e per tutti gli altri animali da compagnia, così che ciascuno possa avere un luogo in cui andare a trovare e ricordare il piccolo amico scomparso.

Sono i migliori amici dell'uomo e, come tali, ora gli animali possono essere sepolti vicino ai padroni

Sono i migliori amici dell'uomo e, come tali, ora gli animali possono essere sepolti vicino ai padroni

Attualmente nel nostro paese ci sono diversi cimiteri, privati e convenzionati, che accolgono i resti di animali da compagnia, il più antico è quello di Roma, Casa Rosa, nel quartiere Portuense, che esiste dal 1923; quello più suggestivo resta però, al di sopra di ogni dubbio, le Cimetière des Chiens, alla periferia di Parigi, situato in un parco di Asnières-sur-Seine.

Fondato vicino alla Senna dalla giornalista Marguerite Durand nel 1899, è il più antico cimitero di animali al mondo; a dispetto del nome, non ospita solo cani, ma anche altri animali, domestici e non, come gatti, conigli, uccelli, criceti, pesci, cavalli, tartarughe, topolini, una pecora e una gallina.

Ma non mancano neppure animali esotici come pavoni, pappagalli, serpenti, lemuri, fennec, gazzelle e persino un leone e una scimmia!

Le Cimetière des Chiens ha lapidi, sculture funebri in marmo che sono talvolta vere e proprie opere d’arte, candele e fiori; le persone arrivano a spendere fino a 5.000 euro per dare degna sepoltura al loro animale domestico e per serbarne il ricordo. Ovviamente alcune tombe sono anonime, mentre altre accolgono animali che hanno avuto un passato da celebrità per motivi diversi, o che sono stati i quattro zampe di compagnia di personaggi famosi; vi è, ad esempio, Rin Tin Tin, ma anche  Kroumir, il gatto del marchese Henri de Rochefort che, si racconta, morì per il dolore appena quattro giorni dopo la morte del suo padrone.

Molte sono poi le lapidi dedicati ai cani-eroe, come quelli in servizio presso le forze dell’ordine. Il cimitero è visitabile, nel periodo estivo, dalle 10.00 alle 18.00, mentre nel periodo invernale l’orario si sposta dalle 10.00 alle 16.30. Chiuso nei giorni festivi, per i bambini con meno di 6 anni l’ingresso è gratuito, dai 6 ai 12 anni il costo è di 1,50 euro, mentre per gli adulti è di 13,50 euro.

Certamente è un luogo che vale la pena visitare, un posto magico e ricco di amore, proprio come quello che questi animali e i loro padroni si sono reciprocamente regalati in vita.