Ecco perché questo micio di Instanbul si è meritato una statua - Roba da Donne

Ecco perché questo micio di Instanbul si è meritato una statua

Tombili, il gatto mascotte di un quartiere di Instanbul, se n'è andato il primo di agosto. Ecco però cosa è venuto in mente di fare agli abitanti della zona per onorare la memoria di questo micione simpaticissimo, diventato una star anche oltre i confini nazionali.

Posa rilassata, zampe anteriori appoggiate sulla pancia e sguardo sornione, da chi guarda la vita degli altri passare tutti i giorni sotto ai propri occhi e si diverte ad osservare, curioso e pigro.

Tombili era il gatto mascotte di un quartiere di Instanbul, capace di far innamorare, nel tempo, abitanti e turisti di passaggio. Diciamo era perché, purtroppo, i primi di agosto Tombili è venuto a mancare; ma, dato che quel micione in tutti quegli anni aveva davvero strappato un sorriso a chiunque passasse per le strade del quartiere, e la sua assenza sarebbe stata troppo grande per poter essere sopportata, la popolazione ha avuto davvero un’idea straordinaria: dedicargli una statua, che lo ritraesse nella sua (rilassatissima) posa tipica.

Pochi giorni dopo la scomparsa di Tombili è stata lanciata una petizione on-line, in cui si chiedeva appunto di dedicare un memoriale al gatto da collocare nel suo posto preferito, che nel giro di qualche ora ha raggiunto quota 17 mila firme, tanto da imporre la questione ai dirigenti del locale municipio, che hanno approvato il piano di costruzione.

La statua, che ritrae Tombili proprio com’era abituato a stare seduto in vita, anche se con un profilo decisamente più magro rispetto all’originale, è stata posizionata esattamente dove il paffuto gatto era solito riposarsi e trascorrere alcune ore della giornata, ed inaugurata pochi giorni fa, con una nota che recita:

“Vivrai nei nostri cuori. La mascotte delle nostre strade, l’amatissimo Tombili ha perso la sua battaglia per la vita e ha chiuso gli occhi il primo di agosto”

Nessuno sapeva se Tombili avesse una casa propria o fosse un randagio, ma certamente non passava inosservato, e chiunque passasse per le strade di Instanbul, che vi risiedesse o vi fosse appena in visita, non poteva davvero fare a meno di vedere questo divertente micio che era solito sedere in una posizione quasi umana. E l’affetto dimostrato dalla gente durante tutta l’esistenza di Tombili è stato davvero moltissimo, anche a giudicare dal peso non proprio piuma dell’animale, che evidentemente non faticava a trovare cibo e coccole. A renderlo una vera e propria star anche fuori dai confini nazionali, però, ci ha pensato il sito virale 9GAG, che lo ha reso uno dei meme più condivisi e cliccati di tutti i social media.

Fonte: 9gag.com
Fonte: 9gag.com

Adesso, grazie alla sua statua donata alla sua memoria dagli abitanti del quartiere, Tombili è ritornato, almeno con lo spirito, nel suo posto prediletto, dove potrà sicuramente riposare in pace. E pazienza se è diventata già l’attrazione principale non solo delle persone, che spesso si fermano a lasciare pegni e pensieri proprio accanto alla statuina in bronzo dell’animale, ma anche degli altri gatti, probabilmente incuriositi da quello strano “collega”. Siamo certe che Tombili, anche da Lassù, non si scomporrà per l’attenzione degli amici felini, proprio come in vita non ha mai rinunciato alla sua attitudine rilassata.

Fonte: Web
Fonte: Web

A noi questo gesto è piaciuto davvero un sacco, perché ogni animale a suo modo lascia un segno nella vita delle persone che incrociano la sua strada, ed evidentemente anche il pigrissimo e sornione Tombili ha avuto il grandissimo merito di far sorridere la gente, e di rappresentare una di quelle liete abitudini che aiutano a migliorare la giornata. Ecco perché nessuno dei suoi numerosi proprietari (perché in fondo ognuno a modo suo lo era) ha voluto rinunciare alla compagnia di questo micio rotondetto, e adesso, grazie alla sua statua, Tombili potrà continuare ad allietare le esistenze delle persone. Per sempre.

 

 

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...