logo
Stai leggendo: Pesce d’Aprile: 15 Scherzi tra i Più Famosi e Divertenti della Storia!

Pesce d'Aprile: 15 Scherzi tra i Più Famosi e Divertenti della Storia!

Amiche, a voi è mai capitato di abboccare a un Pesce d'Aprile? Per mettervi in guardia abbiamo raccolto 15 scherzi tra i più clamorosi e riusciti della storia, tutti divertentissimi!
i migliori pesci d'aprile
Fonte: Web

Sin dalla più tenera età sappiamo cosa sia un Pesce d’Aprile e, giocosamente, abbiamo sempre rispettato la tradizione: da bambine con teneri scherzetti che più che infastidire non potevano che strappare un sorriso (alcune di noi in redazione nascondevano un pesce di carta sotto il piatto del papà… esilarante) e da grandi con facezie un poco più pesanti ma pensate ad hoc per non offendere nessuno.

Prima di parlare dei 15 Pesci d’Aprile passati alla storia, studiamo un po’ di storia del Pesce d’Aprile. Pare che la tradizione sia nata in riva all’Arno, a Firenze, addirittura nell’età classica. Alla base di tutto, ovviamente, un pesce e una piazza fiorentina dove i boccaloni venivano mandati per acquistare una merce inesistente.

La versione sembrerebbe confermata anche da una fonte prestigiosa come l’enciclopedia Treccani: “Varie le spiegazioni dell’origine dell’uso del pesce d’aprile. Chi ne attribuisce l’invenzione al popolo di Firenze, dal fatto che in quella città si solevano spedire il primo d’aprile i semplicioni a comperare, in una speciale piazza, del pesce che vi era solo in effigie”.

1. Sidd Finch, dal baseball… allo yoga!

la leggenda di sidd finch
Fonte: Web

Nell’aprile del 1985 la rivista Sports Illustrated ha pubblicato la storia di un lanciatore di baseball, tale Sidd Finch, che sarebbe stato acquistato niente meno che dai Mets. Stando all’articolo, il famigerato Sidd Finch sarebbe stato in grado di lanciare una palla da baseball a una velocità di circa 270,3 Km/h – contro un record mondiale che si attesta attorno ai 100 km/h, velocità comunque discreta – con una precisione millimetrica.

Sorprendentemente Finch non aveva mai giocato a baseball. Si era invece allenato nell’arte del lancio in un monastero tibetano. Inutile dire che la notizia riempì di gioia i fan che, esaltatissimi, inondarono la redazione di Sports Illustrated con migliaia di richieste di informazioni. Questa la risposta:

“He’s a pitcher, part yogi and part recluse. Impressively liberated from our opulent life-style, Sidd’s deciding about yoga — and his future in baseball.”

La prima lettera di ogni parola andava a comporre la frase “H-a-p-p-y A-p-r-i-l F-o-o-l-s D-a-y — A-h F-i-b“, aka… Buon Pesce d’Aprile!

2. E se gli spaghetti crescessero sugli alberi?!

I 50 Migliori Pesci d’Aprile della Storia
Fonte: Web

Il 1° aprile 1957, il seguitissimo programma della BBC Panorama annunciò che, grazie a un inverno mite e al debellamento del temutissimo punteruolo degli  spaghetti – un insetto altamente dannoso per le coltivazioni – la Svizzera aveva raggiunto un raccolto di spaghetti (!) senza precedenti. Ovviamente lo scherzo contava sul fatto che la pasta filiforme non fosse ancora conosciuta come ai giorni nostri nel Regno Unito.

L’annuncio era accompagnato da un video reportage in cui intere famiglie di agricoltori si mostravano impegnati nella raccolta dello stimato frutto che cresceva sugli alberi alla stregua di albicocche e ciliegie.

Anche in questo caso, naturalmente, una schiera di spettatori curiosi e stupiti inondò le linee telefoniche della BBC chiedendo di conoscere il segreto di tali fiorenti coltivazioni. La risposta dell’emittente televisiva britannica non poteva essere più british: “Mettete un pugno di spaghetti in un barattolo di salsa di pomodoro e sperate per il meglio”.

Umorismo inglese, non c’è che dire.

3. La matematica talvolta può essere un’opinione!

pi greco cambia valore pesce aprile
Fonte: Web

Nell’aprile del 1998, nella newsletter di New Mexicans for Science and Reason comparve un articolo che parlava di un eclatante decreto legislativo emanato dallo Stato dell’ Alabama: il documento decretava che la costante matematica Pi Greco sarebbe passata dal suo valore “storico” di 3,14159 a quello “biblico” di 3.0. Ovviamente in men che non si dica l’articolo fece il giro del mondo e l’Amministrazione dell’Alabama venne sommersa da telefonate di protesta.

Si scoprì poi che l’articolo era stato scritto dal famoso fisico americano Mark Boslough per prendere in giro un progetto di legge (vero, quello sì) con cui i senatori dello Stato dell’Alabama intendevano orientare l’insegnamento dell’evoluzione nelle scuole in una direzione, diciamo, più osservante. Visto così, il Pesce d’Aprile di Boslough è fantastico e riuscitissimo!

4. Il Whopper per… mancini!

I 50 Migliori Pesci d’Aprile della Storia
Fonte: Web

Burger King ha acquistato sull’edizione del 1° Aprile 1998 di USA Today un’intera pagina pubblicitaria dedicata all’introduzione nel menu di un nuovo prodotto: il Whopper per mancini, disegnato appositamente per i 32 milioni di americani che prediligono fare cose con la mano sinistra anziché con la destra. Stando a quanto pubblicizzato, il panino avrebbe mantenuto gli stessi ingredienti della versione standard, ma la posizione di tutti i condimenti sarebbe stata ruotata di 180 gradi per agevolarne il consumo da parte dei mancini. Nei giorni successivi migliaia di clienti ordinarono il nuovo panino. E pare che, sulla scia della finta notizia, molti altri clienti ordinarono invece la versione per destri del Whopper.

Scherzo riuscito, dunque. Anche se non si trattava di un vero e proprio scherzo: nelle cucine di Burger King gli ingredienti del Whopper erano davvero stati ruotati di 180 gradi. Ma avendo il panino una forma circolare, non è che faesse poi tutta questa differenza…

5. L’allineamento dei Pianeti e la forza di gravità…

I 50 Migliori Pesci d’Aprile della Storia
Fonte: Web

La mattina del 1° aprile 1972, nel corso di un intervista trasmessa da BBC Radio 2, l’astronomo Patrick Moore annunciò che alle 9:47 si sarebbe verificato un evento astronomico unico che avrebbe coinvolto tutta la Terra: il pianeta Plutone si sarebbe allineato con Giove influenzando persino la gravità terrestre.

Moore, da bravo esperto, mise in guardia gli ascoltatori: se nel preciso momento dell’allineamento avessero provato a saltare, avrebbero avvertito una strana e inusitata sensazione di leggerezza, simile al galleggiamento in aria.

Trascorse  le 9:47 la radio venne subissata di telefonate. Stavolta gli ascoltatori non erano imbufaliti, bensì entusiasti: affermavano di aver avvertito quella “strana e inusitata” sensazione ed erano ansiosi di condividerla con il resto del mondo. Anzi, dell’universo.

6. Guarda, ci sono i pinguini che volano!

I 50 Migliori Pesci d’Aprile della Storia
Fonte: Web

Naturalmente era sempre il 1° aprile, ma in questo caso l’anno di grazia era il 2008. Protagonista, ancora una volta, la BBC che, all’interno del documentario “Miracoli dell’Evoluzione”, annuncia la sorprendente scoperta fatta da un gruppo di ricercatori impegnati in una spedizione. Grazie a un  incredibile colpo di fortuna, il team riuscì a riprendere i rarissimi pinguini Adélie in volo su King George Island, vicino alle isole Falkland. A supporto della comunicazione venne diffuso anche un video, che divenne presto uno dei più visti su Youtube.

“Li abbiamo filmati per giorni senza sapere cosa stesse per succedere”, diceva il finto documentarista Terry Jones, in realtà ex Monty Python. “E mentre i pinguini migrano verso l’Amazzonia per godersi un po’ di sole – afferma di nuovo Jones pubblicizzando il video – il film dimostra quanto l’idea delle selezione naturale di Darwin fosse audace”.

Insomma, chi ha orecchie per intendere…

7. Campane a lutto: è morto il mostro di Loch Ness!

I 50 Migliori Pesci d’Aprile della Storia
Fonte: Web

Un altro Pesce d’Aprile piuttosto celebre è quello relativo all’annuncio da parte dei giornali, il 1° aprile del 1972, della morte del famigerato, temuto e ricercatissimo mostro di Loch Ness, individuato da una squadra di zoologi che stava effettuando ricerche proprio in merito all’esistenza del povero Nessie, che oramai galleggiava senza vita sul pelo dell’acqua. In realtà si trattava del corpo di un elefante marino che era stato gettato per scherzo nel lago. Ma nessuno si era accorto della beffa, tanto che la carcassa era stata addirittura esposta per qualche giorno in uno zoo. Fino alla confessione dell’autore dello scherzo, il ranger del parco John Shields che voleva fare uno scherzo ai suoi colleghi. In realtà, inconsapevolmente, l’ha fatto a tutto il mondo. E bravo John!

8. Calze di nylon e Tv a colori!

calze di nylon e tv a colori
Fonte: Web

In Svezia, nel 1962, esisteva un solo programma televisivo che trasmetteva unicamente in bianco e nero, ma Oltreoceano già si parlava delle prime trasmissioni a colori. Il primo aprile di quell’anno i responsabili del canale televisivo svedese decisero di architettare un Pesce d’Aprile ai danni degli ignari telespettatori mandando in onda un tecnico dell’emittente durante il notiziario per annunciare che, grazie a una nuova scoperta, gli spettatori avrebbero potuto convertire i loro apparecchi per vedere le trasmissioni a colori semplicemente applicando una calza di nylon sullo schermo.

Pare che il mercato delle calze di nylon non abbia mai più conosciuto periodi fiorenti come quello…

9. Gli apostrofi sono importanti!

pesce aprile album postumo lucio battisti
Fonte: Web

In questo caso parliamo di un Pesce d’Aprile non di ottimo gusto, visto che chiama in causa una persona che non c’è più. Ma di per sé lo scherzo è riuscitissimo.

Il 1° aprile del 1998 il giornalista Franco Zanetti annuncia su Rockol la notizia dell’imminente uscita di un album di Lucio Battisti che sarebbe stato venduto online e si sarebbe intitolato L’Asola. Una notiziona che naturalmente venne ripresa in un battibaleno da decine di testate illudendo tutti gli italiani appassionati alla musica del cantautore. Ma non c’era niente di vero e secondo gli autori dello scherzo chi ci era cascato avrebbe potuto capirlo da qualche semplice indizio: le prime lettere dei titoli delle canzoni, lette in sequenza, formavano la parola Pesce d’Aprile, senza dimenticare il titolo dell’album che si scrive “L’asola” ma si legge “La Sóla“. E, ancora, il titolo di una delle canzoni era “Amo o non amo?”, chiaro invito a non abboccare.

Insomma, i giornalisti di Rockol hanno lanciato l’esca e a quanto pare il pescato è stato ricco e fruttuoso!

10. Un Pesce d’Aprile… nucleare!

pesce aprile cnr cavalieri jedi
Fonte: Web

Il Cern di Ginevra ha annunciato il 1° aprile dello scorso anno di avere risolto il mistero della forza dei cavalieri Jedi. Due scienziati italiani del Cern, Tullio Basaglia e Valerio Rossetti, avevano pubblicato una foto in cui usavano la forza Jedi per afferrare volumi dalla libreria senza alzarsi e senza toccarli e per bere caffè senza nemmeno sfiorare la tazzina. Il merito della scoperta della forza dei cavalieri Jedi sarebbe stato tutto, dicevano, nel potenziamento del Large Hadron Collider (LHC), l’acceleratore di particelle del Cern che ha permesso, questa volta davvero, di provare l’esistenza della “particella di Dio”, ossia il Bosone di Higgs.

Un Pesce d’Aprile un poco cervellotico, ma comunque carino, no?

11. Un classico alla Orson Welles!

pesce aprile orson welles
Fonte: Web

Questo Pesce d’Aprile è davvero famoso, ma vale sempre la pena ricordarlo. Il 1° aprile 1938 il celebre regista americano Orson Welles progettò uno speciale programma radiofonico. A causa di problemi tecnici, però, non fu possibile mandarlo in onda. Senza arrendersi, il 30 ottobre la radio trasmise “La Guerra dei Mondi”, ossia la radiocronaca dello sbarco dei marziani. Tra la popolazione si diffuse subito, comprensibilmente, il panico. I centralini delle stazioni di polizia e dei giornali furono invasi da centinaia di telefonate, qualcuno tirò fuori la maschera antigas, le strade si svuotarono e le chiese si riempirono. Ma la cosa davvero esilarante è che qualcuno spergiurasse di averli visti davvero, i marziani!

12. Vivere in 4D!

lo hobbit film
Fonte: Web

Il 1º aprile del 2010 il sito Total Film ha pubblicato la notizia che le pellicole tratte dal libro Lo Hobbit sarebbero state girate in 4D: sarebbero cioè state accompagnate da stimoli sensoriali come odori e spruzzi d’acqua durante la proiezione in sala in aggiunta all’effetto tridimensionale per offrire una vera e propria full immersion nella Terra di Mezzo. In Italia la notizia era risultata talmente credibile da essere ripresa – e riportata come vera – il 9 aprile dall’ANSA e in seguito ribattuta dalle principali testate nazionali.

13. Connettersi al web… dal trono!

pesce aprile google
Fonte: Web

Il nostro caro motore di ricerca Google è un amante degli scherzi. Tra i molti che si potrebbero citare, il primo che ci piace ricordare quello del 1° aprile 2007, quando Big G annunciò il lancio di un nuovo tipo di collegamento gratuito a internet, il TISp, che si poteva ottenere acquistando – non si sa né dove né come, visto che non c’erano link di rimando ad altre pagine – un semplice kit comprensivo di un modem e di un cavo da inserire nel WC di casa. In questo modo il modem avrebbe ricevuto le onde necessarie per collegarsi al World Wide Web.

Di certo la postazione, in caso di malfunzionamento del collegamento, avrebbe giustificato alcune esclamazioni a noi tutte ben note!

14. Le mail? Si consegnano a mano!

gmail paper pesce d'aprile
Fonte: Web

Ecco qui un altro Pesce d’Aprile architettato da quei burloni di Google. I nostri amici di Mountain View avevano lanciato il servizio (ovviamente fasullo) Gmail Paper che prevedeva una funzionalità semplice quanto innovativa, una vera finezza virtuale. Con Gmail Paper si sarebbero potute ricevere gratuitamente a casa le mail di Gmail stampate. Aderire al servizio era molto semplice: bisognava controllare la mail e cliccare sull’apposito comando che avrebbe inviato la segnalazione a Google, il quale avrebbe stampato la mail e l’avrebbe recapitata direttamente a casa senza alcun costo, coperto dalla pubblicità presente sulla busta. Naturalmente era possibile anche chiedere la stampa degli allegati, eccezion fatta per quelli musicali o video.

Al di là dell’incomprensibile utilità del servizio, la cosa sconvolgente è che molti utenti ci abbiano creduto…

15. Renzi in vacanza nei Boschi (ma con lo yacht)!

renzi in vacanza con la boschi pesce aprile
Fonte: Web

Molte di noi si ricorderanno questo Pesce d’Aprile visto che è solo dell’anno scorso. Il sito Liguria Nautica aveva puntato a un bersaglio grosso: il Premier Matteo Renzi, schiaffato in home page con sovrabbondanza di punti esclamativi per il possesso di uno yacht, un Azimut 105. La bomba stava nel fatto che Renzi non avrebbe rivelato a nessuno del suo tesoro, cercando anzi di depistare i curiosi con una bandiera cinese issata sul vascello, peraltro intestato a una società offshore controllata dal vice ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Fosse finita qui: il servizio era accompagnato da un’immagine, scattata dopo lunghi e certosini appostamenti, in cui Renzi campeggiava sul suo yacht con la dolce compagnia del ministro per le Riforme Maria Elena Boschi. Non a caso lo yacht si chiamava “My Woods”, là dove “woods” sta per Boschi, insinuando il dubbio che tra i due ci fosse davvero del tenero. Dopo l’indignazione di Beppe Grillo e un imbarazzato silenzio dei Democratici, lo scherzo è venuto a galla. Be’, sul fatto che fosse divertente non c’è alcun dubbio.

Bene, amiche, vi è piaciuta questa carrellata di Pesci d’Aprile celebri? Noi abbiamo un solo consiglio: se in questi giorni vi capitassero tra le mani strane offerte di servizi o doveste leggere notizie un po’ troppo curiose, controllate la data. Forse state rischiando di abboccare!

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...