Mai come in questi tempi la necessità di trovare dentro di sé la forza e la volontà per andare avanti, nonostante tutto, è quanto mai importante. Imprescindibile, potremmo dire. L’unico modo per continuare con positività e fiducia la propria vita, superando le avversità che ci si parano davanti, con determinazione e perseveranza. In una sola parola sisu.

Sisu è un termine che arriva direttamente dalla Finlandia e che ha un significato quasi magico per la sua popolazione. Un significato che trasmette forza, determinazione, energia, coraggio e resilienza. E che di fatto rappresenta la spinta e il rimedio contro ogni avversità.

Ma cos’è esattamente il sisu e come può esserci utile adottare questo concetto e modo di vivere anche nel nostro quotidiano?

Cosa significa sisu in finlandese?

Come detto, la parola sisu arriva direttamente dal Nord, in particolare dalla Finlandia. Un termine che non ha una traduzione letterale ma che significa molto, racchiudendo in sé concetti profondi di perseveranza, forza, energia, coraggio. Una filosofia di vita da coltivare e adottare quotidianamente, non solo per affrontare ogni tipologia di avversità che ci si para davanti, ma anche per vivere in una condizione di benessere interiore ogni giorno della propria vita.

Una parola con una storia che ha origine durante un momento estremamente duro per il popolo finlandese e più precisamente nel corso della cosiddetta Guerra d’inverno. Il 30 Novembre del 1939 l’unione Sovietica dichiarò guerra alla Finlandia, un conflitto di 105 giorni in cui i finlandesi sembravano essere (e lo erano) nettamente svantaggiati, sia per numero di uomini che di armi. Le speranze di vincita erano quasi a zero. Ed è proprio durante questa guerra che nacque il termine sisu, come un‘enorme fonte di coraggio, motivazione e sostegno al proprio spirito.

Una modalità di pensiero e di azione che inondò i finlandesi di un’energia che di fatto, unita all’incapacità dell’esercito russo di fronteggiare le condizioni climatiche finlandesi, portarono la Finlandia a vincere il conflitto, facendo la storia.

Come praticare il concetto svedese di Lagom e applicarlo alla vita quotidiana

Sisu: come funziona?

Un termine che, quindi, trasmette e alimenta coraggio, che aiuta ad abbattere e superare la paura e l’insicurezza, rafforzando la propria determinazione e portando chi lo segue a trovare la forza dentro di sé anche quando tutto sembra andargli contro.

Come una sorta di energia viscerale, che è dentro ciascuno di noi e da cui è possibile attingere, per superare i propri limiti e affrontare ogni avversità. E che si potrebbe riassumere in cinque pilastri da alimentare e allenare giorno dopo giorno con costanza e fiducia in se stessi:

  • la perseveranza;
  • la gestione dello stress;
  • l’onesta;
  • la resilienza;
  • il porsi degli obiettivi concreti.

Il sisu, quindi, è una vera filosofia di vita. Quella forza interiore che è dentro ognuno di noi e che, come tale, può essere scovata, fatta prosperare e utilizzata, perché insita dentro di sé, dove nessuno potrà mai toglierla.

Cos'è l'antifragilità e come prosperare nel disordine di questo mondo

I benefici del sisu

Proprio per come viene intesa, per le aree si cui “lavora” e per l’allenamento continuo al suo sviluppo, adottare la sisu nella propria vita porta con sé un gran numero di benefici. Dalle cose più semplici a quelle più complesse.

  • Sviluppando la perseveranza, infatti, il sisu dona l’abilità di essere più creativi, riflessivi e determinati nel fare le cose. Focalizzandosi maggiormente su ciò che è importante;
  • imparando a gestire lo stress, invece, quello che porta il sisu è una maggior consapevolezza di ciò che si vive, aumentando la propria attenzione e ricettività e imparando a comprendere ciò che ci circonda senza esserne travolti;
  • puntando sull’onestà, il sisu non è solo un modo per attingere coraggio e forza per affrontare la vita, ma mira anche all’essere in sintonia con ciò che ci circonda, vivendo in modo onesto con gli altri, seguendo i propri principi e valori, rimanendo integri e sviluppando ciò che di buono e vero c’è dentro di sé;
  • in più, alimentando la propria resilienza, il sisu permette non solo di superare le avversità ma anche di apprendere da esse, uscendone più forti, assorbendone il buono senza lasciarsi abbattere, ma sempre andando avanti;
  • infine, la capacità di porsi degli obiettivi insito nello spirito sisu, permette a chi lo esercita di superare i momenti difficili poiché sempre volti al proprio punto di arrivo, al proprio obiettivo. Portando avanti il proprio scopo, con coraggio, forza e determinazione, nel rispetto di sé e degli altri.

Una filosofia di vita che quindi, richiede una buona dose di saggezza e di pace interiore su cui è sempre bene lavorare e che viene alimentata dallo stesso sisu. Da applicare sia verso di sé che verso gli altri, senza prevaricare ma imparando a stare bene nonostante le avversità, con benevolenza e onestà. Attingendo alla propria forza interiore, per essere felici sempre e trasmettere benessere dentro e fuori di sé.

Articolo originale pubblicato il 11 Marzo 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!