Che cosa significa essere sapiosessuale? Si tratta di un orientamento o di una scelta?

Ci sono persone per le quali la più grande zona erogena è il cervello, quindi l’intelligenza dell’altro diventa il principale fattore di attrazione.

Cosa significa sapiosessuale?

La radice del termine sapiosessuale deriva dalla parola latina “sapiens”, che significa saggio, intelligente, sapiente e identifica una persona che è fisicamente ed emotivamente attratta dall’intelligenza, la quale diventa il fattore discriminante sia nella scelta di una relazione sentimentale stabile che di un rapporto sessuale occasionale.

La sapiosessualità è un orientamento sessuale caratterizzato dall’attrazione sessuale ed erotica verso potenziali partner che sono, prima di tutto, intelligenti. – spiega la terapista del sesso e delle relazioni Casey Tanner. – In questi casi, l’intelligenza è il vero “turn-on”, non lo status, il lavoro o i benefici finanziari che potrebbero accompagnare l’intelligenza.

La parola sapiosessuale ha visto una diffusione massiccia grazie al sito di incontri OkCupid, il quale nel 2014 inserì questa opzione nella lista degli orientamenti sessuali col fine di fornire un ulteriore voce di identificazione dei suoi utenti alla ricerca del partner ideale. Ma quali sono i meccanismi che scatenano l’attrazione per l’intelligenza altrui?

Attrazione fisica e amore, quali sono i segnali?

Sapiosessualità: cosa scatena l’attrazione?

Lo psicologo e professore associato della University of West Australia Gilles E. Gignac ha voluto capirci di più sulla sapiosessualità, così ha realizzando una ricerca analizzando le proprietà psicometriche di 383 persone (uomini e donne) attraverso la compilazione del questionario SapioQ. Ciò che è emerso è che una persona sapiosessuale è attratta da soggetti con un’intelligenza superiore alla media (QI tra 95 e 110), quindi con un QI di 120.

Il dato è interessante, in quanto, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, i sapiosessuali non sono attratti dai super geni con QI di 135 perché probabilmente entrerebbe in gioco un divario intellettuale troppo ampio che li farebbe sentire inadeguati e inferiori, annullando quindi le possibilità di attrazione.

Gaia Polloni, psicologa, psicoterapeuta e sessuologa clinica, sottolinea quanto in realtà la sapiosessualità non sia un fenomeno inedito, bensì già presente nel mondo animale: le femmine ricercano maschi intelligenti perché sono in grado di proteggere loro e la prole dai pericoli e provvedono al loro benessere.

La dottoressa spiega anche che ci sono diverse forme di intelligenza che possono risultare attrattive agli occhi dei sapiosessuali:

Oggi sappiamo che l’intelligenza è una funzione mentale che comprende più facoltà e sarebbe dunque più corretto parlare di intelligenzE. Proprio per questo, troveremo sapiosessuali attratti da persone colte ed erudite, in grado di parlare di filosofia, storia, o politica, altre che saranno attratte da individui con notevoli doti artistiche, altre ancora attratte dalla velocità di pensiero e capacità di problem solving.

La valutazione del partner ideale non è quindi univoca per tutti i sapiosessuali, bensì varia in base alle affinità intellettuali e alla concezione di intelligenza di ciascuno.

Attrazione mentale: quando eccitazione e sesso sono davvero questione di cervello

4 elementi che dicono che sei sapiosessuale

In cosa si contraddistingue esattamente una persona sapiosessuale? Ecco 4 elementi che ne evidenziano i tratti:

1. Sei attratto dall’intelligenza di un potenziale partner più che dal suo aspetto o dalla personalità.

Non sei alla ricerca di una persona solare, carismatica o simpatica e tanto meno di qualcuno con un corpo perfetto, ciò che conta per te è l’affinità intellettuale.

2. Le conversazioni intellettuali ti accendono

Se i dibattiti politici o le lunghe discussioni sulla letteratura accendono in te un certo desiderio, questo è un altro segno che sei sapiosessuale.

Per i sapiosessuali, l’intelligenza non è solo la ciliegina sulla torta per un partner già attraente; è l’intelligenza stessa che guida l’eccitazione. – spiega la Tanner. – Gli individui sapiosessuali non solo godono della conversazione intellettuale, potrebbero anche sentirsi eccitati da essa.

3. Senza connessione intellettuale non c’è alchimia sessuale

Le persone sapiosessuali trovano difficile connettersi sessualmente con un potenziale partner se prima non hanno intrapreso con lui qualche forma di discussione intellettuale, che diventa preliminare al contatto fisico.

4. La scintilla intellettuale è più importante di quella emotiva

Spesso la sapiosessualità può essere confusa con la demisessualità, un orientamento caratterizzato dal provare attrazione sessuale per qualcuno solo dopo aver stabilito una connessione emotiva. Per provare attrazione fisica, la persona sapiosessuale cerca l’appagamento intellettuale.

Sapiosessualità: orientamento o scelta?

Nonostante la sapiosessualità entri sempre più spesso nelle discussioni sull’identità sessuale, ci sono molti che ancora non la vedono come un vero orientamento. Alcune persone queer hanno anche sostenuto che i sapiosessuali non dovrebbero essere inclusi nell’ombrello LGBTQ+ perché in ballo non c’è la preferenze di genere nello stesso modo in cui lo sono identità come pansessuale, eteroflessibile e altre.

La sapiosessualità non è un orientamento nel senso che l’orientamento riguarda l’identità di genere del partner o del potenziale partner. – spiega Kryss Shane, assistente sociale con doppia licenza e tra le massime esperte in ambito LGBTQ+ – Una persona sapiosessuale può identificarsi come gay, etero, bisessuale, pansessuale o greysexual. La sapiosessualità è come la persona sviluppa la sua attrazione per qualcuno. È il come, non il chi, della loro esperienza di attrazione.

Anche secondo la psicologa clinica Marianne Brandon la sapiosessualità non dovrebbe essere confusa con l’orientamento sessuale, che è definito come l’identità sessuale di una persona in relazione al genere da cui è attratta.

La dottoressa poi, sottolinea il fatto che la concezione di intelligenza sia del tutto personale e quindi variabile da persona a persona:

Tutti noi tendiamo ad associare diversi tratti caratteriali alle persone intelligenti. Alcune persone assocerebbero l’intelligenza con il potere, altre con la secchionaggine e altre ancora con qualcuno che ha pochi bisogni emotivi. In questo modo, ci sarebbe ancora una grande variabilità tra le persone che si descrivono come sapiosessuali.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!