logo
Stai leggendo: Che problema avete con i capezzoli (di Chiara Ferragni)?

Che problema avete con i capezzoli (di Chiara Ferragni)?

"Guardate una bella foto di due donne insieme e vedetela per quella che è: una bella foto di due donne insieme, di cui può legittimamente non fregarvi nulla o che può strapparvi un like.Insulti o indicazioni morali su cosa si fa o non si fa solo se non avete nulla da fare e una vita tanto vuota e infelice da dovervi occupare di quella altrui".

La parentesi nel titolo non è messa a caso.
La domanda ha più livelli di lettura:

  1. Che problemi avete con i capezzoli di Chiara Ferragni (in quanto donna e in quanto mamma)?
  2. Che problema avete con i capezzoli?

A cui potremmo aggiunge, più in generale:

Che problema avete con questa foto di Chiara Ferragni con Sarah Jessica Parker?

La precisazione che la sottoscritta non è fan né di Chiara Ferragni – di cui in compenso ammira molto l’abilità imprenditoriale -, né di Sarah Jessica Parker, Sex & The City e vari annessi è superflua, ma funzionale a comprendere che non si vuole sostenere alcuna bandiera e, che si tratti di loro o altre donne, poco cambia.

I fatti: all’evento di Intimissimi, Chiara incontra Sarah, posta questa foto e scrive

Ho incontrato una della mie più grandi icone […]

Sarah dal canto suo posta una dedica dolcissima all’imprenditrice italiana:

Due bei post, due belle attestazioni di stima tra due donne… E invece no.
Sotto il post di Chiara Ferragni i commenti si sprecano e dicono tre cose:

  1. Chiara ha i capezzoli in vista, che volgarità, che cattivo gusto, ma non si vergogna in quanto donna, i capezzoli sono cose private, non si mostrano, le donne sono molto di più di un corpo da mostrare.
  2. Chiara è una mamma che mostra i capezzoli: se fossi suo figlio mi vergognerei, che esempio dai a tuo figlio!, una mamma non dovrebbe mostrare i capezzoli e mettersi certi vestiti.
  3. Chiara postando questa foto ha fatto un affronto a SJP, in quanto ritrae l’attrice in una posa “adorante” e lei, la malefica e irrispettosa Ferragni, lo ha fatto apposta a scegliere questo scatto, perché la rappresenta in un atto di superiorità rispetto all’altra donna.

Posto che, purtroppo, non si tratta di troll, la traduzione è più o meno questa:

Uno.
Siamo nel 2018, si parla di diritti delle donne, si parla di sessualizzazione delle donne, si parla di… è ancora i capezzoli di una donna ci fanno paura, schifo, disgusto, sono qualcosa da nascondere a prescindere.
Combattere la sessualizzazione delle donne significa pretendere non ne vengano più mostrati i corpi, non liberarle dalla visione perennemente sessualizzata (come in questo caso) di un dettaglio naturale.
Perché mentre i capezzoli maschili sono qualcosa di naturale, i capezzoli femminili sono sempre e comunque fuori luogo (non solo al colloquio di lavoro, ma pure alla sfilata di Intimissimi!).

Due
L’unica maternità socialmente accettabile, si sa, è quella della Sacra Famiglia di Nazareth. Asessuata, pudica e remissiva.
Una volta che dalla vagina di una donna è uscito un figlio, ecco che questa diventa una figura mitologica: la madre. E nient’altro che “mamma” potrai essere da lì in poi!

Va da sé che minigonne, trasparenze e mise audaci – che nell’antropologia passata e moderna a quanto pare servono solo a conquistare il maschio ai fini della procreazione e non a piacere a se stesse – devono essere abbandonate.
Vergogna, Chiara, vergogna a tutte noi madri che mostriamo ancora una coscia o una scollatura. Amen.

Tre
Se Chiara Ferragni fosse nata all’epoca di Hitler, il ministro della propaganda del Terzo Reich Joseph Goebbels sarebbe rimasto senza lavoro.
Perché sarebbe stata lei la stratega della comunicazione volta a umiliare il nemico e a mostrare la sua indiscussa superiorità al popolo e ai posteri.

Signore e signori, stiamo sereni:

Che “le donne siano molto di più di un paio di tette da mostrare?” Chiara Ferragni, lo ha dimostrato, lo sa meglio di voi, che vi scandalizzate per questa sua foto e pensate che combattere la sessualizzazione del corpo femminile voglia dire mortificarlo ancora e ancora, nasconderlo e non avere libera scelta di esprimerlo.

Altra cosa: avete presente quando da bambini credevamo che i nostri genitori fossero esseri senza sesso come gli angeli? Ecco, al tempo credevamo pure a Babbo Natale, Santa Lucia e alla Fatina dei Dentini. Per dire.

Ma soprattutto guardate una foto di due donne insieme e vedetela per quella che è: una bella foto di due donne insieme, di cui può legittimamente non fregarvi nulla o che può strapparvi un like.
Insulti o indicazioni morali su cosa si fa o non si fa solo se non avete nulla da fare e una vita tanto vuota e infelice da dovervi occupare di quella altrui.
Peraltro con la visione ottusa e limitata del cavallo con il paraocchi e che pensa che il mondo sia solo quello che vede lui. Con la differenza che a lui il paraocchi lo hanno messo, voi ve lo siete messi da soli.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...