logo
Stai leggendo: Matrimonio in spiaggia: i consigli per organizzarlo

Matrimonio in spiaggia: i consigli per organizzarlo

Sognate un matrimonio in spiaggia? Ecco i consigli di Roba da Donne per organizzarlo sia con il rito civile che religioso, e qualche dritta per scegliere la location più adatta alle vostre esigenze!
Matrimonio in spiaggia

Il matrimonio in spiaggia è una valida e romantica alternativa ai classici riti che si celebrano in chiesa o al Comune. Il matrimonio in spiaggia richiede molta organizzazione e un budget consistente: affittare le location può diventare molto dispendioso, soprattutto nei posti turistici più blasonati e nei periodi di alta stagione. Giurarsi amore eterno su una spiaggia dorata, con il mare di fronte e il vento che scompiglia (non troppo!) i capelli e le nostre acconciature è bellissimo e molto poetico: è un po’ un sogno che si avvera.

In Italia è possibile sposarsi in riva al mare o al lago: da Nord a Sud sono tanti i Comuni che hanno accettato di buon grado questa tendenza, anche perché è un ottimo modo per rimpolpare le casse comunali.

Matrimonio civile in spiaggia

Organizzare un matrimonio civile in spiaggia è relativamente semplice. La prima cosa da fare è informarsi presso il proprio Comune di residenza: se è previsto dal regolamento, non dovete far altro che procedere con la parte burocratica seguendo le indicazioni che vi saranno date. In caso contrario potete provare con altri Comuni vicini. Un’ottima soluzione potrebbe essere quella di contattare un wedding planner che opera sul vostro territorio (o su quello che vi interessa) che sarà certamente informato su tutto: location, tariffe, tempistiche e regole a cui attenersi.

Matrimonio religioso in spiaggia

Il matrimonio religioso in spiaggia è un’impresa abbastanza complicata perché bisogna rispettare le regole di diritto canonico e dei rituali che non si possono slegare dai luoghi sacri. L’avere un prete disposto a farvi il favore non basterebbe comunque perché in questi casi va fatta una domanda al vescovo che può approvare o no, a sua discrezione.
Esistono, tuttavia, dei castelli sul mare che hanno al loro interno delle chiesette consacrate e che quindi possono diventare un buon compromesso.

Matrimonio in spiaggia: come vestirsi

Matrimonio in spiaggia
Fonte: Web

Il matrimonio in spiaggia richiede un dress code un po’ diverso rispetto a quello dei matrimoni civili classici. Si possono scegliere abiti un po’ meno impegnativi e acconciature meno elaborate, proprio perché si è all’aperto. I tacchi si dovrebbero mettere per il ricevimento, ma se il matrimonio si celebra sulla spiaggia è consigliabile portare delle ciabattine chic con cui sarà più facile, e meno pericoloso, camminare sulla sabbia. Il look del matrimonio in spiaggia deve essere elegante ma non eccessivo: evitate costume e pareo o abiti che somigliano pericolosamente a dei copricostume. Gli uomini possono optare per un look più easy, senza cravatta. In teoria la giacca è necessaria, ma se c’è troppo caldo è possibile fare uno strappo alla regola e magari metterla sulla sedia.

Matrimonio in spiaggia: le location

La location per il matrimonio in spiaggia va scelta con molta cura. Accertatevi che le spiagge siano attrezzate per gestire un evento così importante, perché va bene la sabbia, il mare e la salsedine, ma si tratta pur sempre di un matrimonio! Di solito le location adibite per i matrimoni in spiaggia sono gli stabilimenti balneari oppure gli hotel sul mare che hanno una spiaggia privata. Assicuratevi che siano in grado di garantire gli standard qualitativi che desiderate, ma anche una corretta gestione degli imprevisti che potrebbero verificarsi: ad esempio una giornata di pioggia o di vento oppure con molto caldo e umidità. L’ideale sarebbe una struttura che abbia anche una location coperta in cui poter offrire il ricevimento ai vostri ospiti, far riposare gli invitati dopo la cerimonia o donare le bomboniere.

Matrimonio in spiaggia: consigli utili

Il matrimonio in spiaggia va celebrato nei periodi in cui non c’è troppo caldo, quindi tra maggio e inizio giugno e tra fine agosto e inizio settembre, in modo da non essere circondati da turisti e bagnanti. Scegliete la cerimonia pomeridiana e la cena, perché al mattino rischiate che ci sia troppo caldo. Un ultimo consiglio è quello di visitare la vostra location preferita più volte prima di sceglierla: andateci all’orario in cui  intendete sposarvi e valutate se c’è abbastanza luce e, in generale, se l’atmosfera vi piace.