logo
Stai leggendo: Mamma single si traveste da papà per accompagnare il figlio all’evento della scuola

Mamma single si traveste da papà per accompagnare il figlio all'evento della scuola

A scuola si festeggia una giornata dedicata ai papà. Ma Whitney è una mamma single: ecco che cosa si è inventata per riuscire a far partecipare anche il suo bambino alla festa senza farlo sentire "diverso". Una grande mamma!
Fonte: facebook

Inutile dire che ogni genitore sulla faccia della terra farebbe di tutto per i propri figli; ma è altrettanto innegabile che, nel caso di un genitore single, difficoltà e impegni irrimediabilmente raddoppiano, perché occorre occuparsi di tutto quello che solitamente una mamma e un papà fanno insieme, dalla casa al lavoro fino alla scuola, completamente soli, potendo contare, forse, solo sull’aiuto della propria famiglia o degli amici più cari. Non è tanto un atto di coraggio, nonostante in un certo qual modo questi genitori possano essere definiti “eroici”: semplicemente l’amore totale verso il proprio figlio spinge a fare questo e altro.

Questo sentimento è ciò che ha portato Whitney Kittrell, una mamma single dello Utah, a fare qualcosa di davvero speciale per il figlio: in occasione della festa organizzata dalla Arrowhead Elementary School frequentata dal bambino, “Dads e donuts” (letteralmente papà e ciambelle), la giovane mamma ha infatti deciso che anche suo figlio dovesse partecipare all’evento e non esserne escluso solamente perché senza padre, perciò ha pensato di vestirsi lei stessa… da papà!

Ha poi spiegato i motivi che l’hanno indotta a indossare baffi finti e vestiti maschili in un lungo post pubblicato su Facebook, accompagnato naturalmente dalla foto della giornata, diventato, com’era facile immaginare, immediatamente virale.

Quando sono diventata una mamma single, 3 anni fa, ho fatto una promessa a me stessa: che avrei fatto tutto quello che potevo, anche se questo avesse dovuto significare uscire dalla mia ‘comfort zone’, per dare ai miei figli una vita ‘normale’ e le stesse esperienze degli altri bambini.  Abbiamo fatto molto insieme. Abbiamo viaggiato, ho insegnato loro a giocare a wrestling, a catturare gli insetti, abbiamo tantissimi ricordi di una vita normale. Ma quando il mio bambino è tornato a casa, un giorno, con un foglio della scuola dicendo che ci sarebbe stata la giornata ‘papà e ciambelle’ il mio cuore è un po’ affondato. L’ho fatto sedere e ho chiesto se voleva chiedere al nonno di accompagnarlo. Lui mi ha sorriso e ha detto ‘No, io voglio te. Tu sei la mia mamma e il mio papà‘. Così questa mattina ho messo il mio miglior abbigliamento da uomo, ho dipinto dei baffi sul viso, e sono andata a fare colazione a scuola col mio bambino dolcissimo. Ero così imbarazzata, ma non ho potuto fare a meno di sorridere quando mi ha presentato ai suoi piccoli amici dicendo ‘questa è la mia mamma … ma è anche il mio papà, per questo l’ho portata!’. Ho fatto del mio meglio per far loro sapere che sono amati, ma mi chiedo se in realtà ci sto riuscendo davvero. Quando sono andata via lui mi è corso incontro, mi ha abbracciata e mi ha detto ‘Mamma … so che sarai sempre lì e farai sempre tutto per me. Grazie. Ti voglio bene’. Mi ha baciato sulla guancia ed è corso via. Spero che si ricordi di questo un giorno, perché io non scorderò mai le sue parole.

Senza alcun dubbio Whitney può ritenersi davvero soddisfatta di come stia crescendo i suoi due bambini, che hanno imparato, seppur ancora molto piccoli, ad apprezzare ogni gesto che lei fa per loro, senza preoccuparsi di un’assenza che, evidentemente, non deve pesare nel loro futuro.

Fonte: facebook

Parlare di “mamma dell’anno” ci sembra riduttivo, perché crediamo che nessun genitore si aspetti un riconoscimento del genere per tutto quello che fa verso i propri figli, guidato esclusivamente dall’amore, il più forte e puro che ci possa essere. Né crediamo che Whitney volesse dare un insegnamento a qualcuno con il suo post, ma di certo, involontariamente, ha fatto molto di più: ha mostrato di avere un bambino davvero molto intelligente che, a dispetto dei numerosi episodi di cui purtroppo raccontiamo spesso – di bambini presi in giro, derisi dai bulli per i più svariati motivi, tra cui la mancanza di un genitore – ha mostrato con orgoglio quella che è la sua mamma e il suo papà assieme.

A dare il vero insegnamento è stato proprio lui.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...