logo
Stai leggendo: Siate vere! È solo questione di prospettiva: parola di fitness blogger!

Siate vere! È solo questione di prospettiva: parola di fitness blogger!

La fitness blogger Anna Victoria lancia un messaggio positivo via Instagram: donne, non siate troppo critiche con voi stesse, è solo questione di prospettiva! Ecco il post in cui la bellissima Anna si "rivela"ai suoi followers.

Aggiornamento di gennaio 2018

È passato poco più di un anno dall’ultima volta che abbiamo parlato di Anna Victoria, una fitness blogger conosciuta nel mondo di Instagram per diffondere un importante messaggio di accettazione verso il proprio corpo e tutti i suoi normali “difetti” fisici che sui social si tende a non mostrare mai. Anche dopo questi 12 mesi, la 28enne continua a condividere questo messaggio con i suoi follower:

AND I REGRET NOTHING 🍕🍔🍷🍪 (btw those emojis are literally what my cheat meal was 😂) If you're following 80/20 and you're going hardcore on that 80, then you deserve to go just as hard on that 20, amiright? 🤷‍♀️ and NO GUILT ALLOWED! 🙅❤️ On another note, I want to talk about "Bloated vs Non-Bloated" and "Sitting vs Standing" style pictures. These types of photos have become quite popular over the last year or so, and that's exactly what I was hoping would happen. I personally started sharing these photos when I was feeling pressured to be "perfect" and conform to society and IG standards. I wanted to show that you don't have to and you can still love every bit of your perfectly imperfect self. It was as therapeutic for me as it was for all of you and to see so many others sharing these types of photos has made me so happy knowing the positive impact it has on men and women of all ages. Now, the reason I want to bring this up...now that it has become somewhat "trendy" to do these types of pictures, I've seen lots of people start to bash on them for being attention-seeking, fake, and saying their only intention is to get likes, followers, go viral, etc. This makes me sad to see people criticizing those who are trying to make a positive impact or shift people's perception about what is real on ig. If someone gets more followers or likes because of it, who cares?? There's a much bigger picture here. I've received messages that these pictures have helped save girls from eating disorders, body dysmorphia, and more. Dub these photos "attention seeking" or "fake" while I continue focusing on the lives, hearts and souls they save. I will also say I don't do these photos often on purpose. I want each time I share a "#keepingitreal" photo to be 100% genuine and in the moment, just as this was. Am I posing before? Hardcore. Am I pushing out in the after? No. I'm relaxed and my tummy is just seriously bloated from all my cheat meal goodness. Let yourself live. Enjoy the meal. Drink tons of water after. You'll be bloated, yes. But the next day it will be gone and you'll be right back on track slaying another week of that 80%. 😉 #fbggirls www.annavictoria.com/guides

Un post condiviso da Anna Victoria (@annavictoria) in data:

Voglio parlare delle immagini dove sono “gonfia” e “non gonfia” e quelle dove sono “seduta” e “in piedi“.

Queste immagini sono diventate abbastanza popolari nell’ultimo anno ed era esattamente ciò che volevo succedesse. Per quanto mi riguarda, ho cominciato a condividere queste immagini nel momento in ho sentito la troppo pressione dell’apparire sempre “perfetta” davanti agli standard imposti dalla società di Instagram. Ho voluto mostrare come non fosse per forza necessario essere perfette e che possiamo amare ogni perfetta imperfezione di noi stesse. Per me è stato davvero terapeutico.

Ha spiegato nella didascalia di questa immagine postata sul social d’immagini nel settembre 2017. Già, perché nonostante i piccoli difetti, le smagliature o i rotolini dobbiamo amarci: se noi per prime non ci amiamo come potrebbe amarci davvero qualcun altro?

Ma quest’ultima tipologia di contenuti non sono gli unici che condivide con i suoi utenti.

Tutto il suo profilo è infatti costellato da video in cui svolge diversi esercizi di fitness, cibo sano a base di cereali e gustosa frutta di stagione e immagini di altre donne che, come lei, hanno deciso di lavorare duramente per ottenere il corpo tonico che desideravano.

Articolo originale – 23 gennaio 2017

Se si domandasse a ogni donna nel mondo quale sia il suo desiderio più grande, sicuramente una buona percentuale risponderebbe con qualcosa che ha a che fare con il proprio aspetto fisico: gambe più lunghe, sedere più tornito, pancia piatta.

Il tutto perché, ovviamente, oltre a un livello di autocritica palesemente molte volte eccessivo, determinati stereotipi estetici sbattuti amaramente  in faccia alla popolazione femminile da TV, pubblicità o social non fanno che precipitare inesorabilmente l’autostima verso livelli di bassezza inimmaginabili.

Per fortuna, però, ogni tanto c’è anche qualche voce fuori dal coro, qualche “bellissima” che, senza paura né imbarazzo, sfrutta proprio i social network per lanciare un messaggio alle altre donne: “State attente, non è tutto oro quel che luccica!“.

L’ultima, in ordine di tempo, è stata Anna Victoria, stupenda fitness blogger – dunque una che di cura del proprio aspetto ne sa decisamente molto- che ha recentemente pubblicato proprio sulla sua pagina Instagram un post utile a far capire a quelle stesse donne, cui quotidianamente dispensa consigli per tenersi in forma, un’importante verità: spesso è solo questione di angolature.

Come abbiamo detto, Anna non è la prima che decide di lanciare un messaggio positivo alle “colleghe” donne: non molto tempo fa, infatti, un’altra super bellezza, la modella Alice, si era letteralmente messa a nudo postando un’immagine della propria cellulite.

Nel post di Anna Victoria si vedono due scatti completamente diversi: nel primo, lei, in costume, è in piedi e mostra addominali scolpiti e gambe toniche, mentre nell’altro si è immortalata seduta sul divano, e sono ben evidenti i classici e normalissimi “rotolini” di cui ognuna di noi si lamenta praticamente ogni giorno.

Io l’ 1% delle volte vs. il 99% del tempo. E amo entrambe le foto allo stesso modo. Le angolature buone o cattive non cambiano il tuo valore. Di recente mi sono imbattuta in un articolo in cui una donna diceva di rifiutare di accettare i suoi difetti, semplicemente perché lei non li considera come tali. La sua risposta mi è piaciuta un sacco, perché manda un messaggio davvero potente: i nostri rotolini, la cellulite, le smagliature non sono nulla di cui scusarsi, di cui vergognarsi, o da cui essere ossessionate!

Più invecchio, più ho la cellulite e le smagliature che non andranno via, beh, le accetto. Esse rappresentano una vita pienamente vissuta (per 28 anni finora) e una vita e un corpo sani. Come posso essere arrabbiata con il mio corpo per dei “difetti” perfettamente normali? Questo corpo è forte, può correre per chilometri, essere in grado di sollevare, fare squat, spingere e tirare pesi, ed è felice non solo per come appare, ma per come si sente.

Così, quando vi state avvicinando al vostro obiettivo, voglio che ricordiate queste cose:
Io non punirò il mio corpo.
Io lo alimenterò.
Io lo sfiderò.
E io lo amerò.

Insomma Anna invita tutte le donne a diffidare dei modelli di presunta perfezione estetica “preconfezionati”: non dovete fare uno scanner del vostro corpo alla ricerca, centimetro per centimetro, del difetto da eliminare. E neppure dovete vivere nella convinzione di dover “accettare” quelli che pensate siano difetti ma che in realtà, come sottolinea la blogger, non possono essere considerati tali, perché sono qualcosa che appartiene al vostro corpo e racconta di voi.

Perseguire uno stile di vita sano e improntato a un regime alimentare sobrio e al movimento fisico rimane certamente qualcosa di importante soprattutto dal punto di vista della salute, ma quello che Anna cerca di far comprendere è che spesso le donne dovrebbero solo mettere da parte la lente d’ingrandimento ed essere un po’ meno critiche verso se stesse. Proprio perché talvolta a dare un’immagine distorta del nostro corpo è solo la prospettiva. E soprattutto perché se lo devono.

Lo scatto “normale” di Anna Victoria ha raggiunto in appena 24 ore i 300 mila like, diventando il post più apprezzato di tutta la sua pagina, a testimonianza di quanti abbiano capito il messaggio positivo e la sincerità della ragazza.

Anche noi, ovviamente, l’abbiamo ammirata tantissimo, come del resto tutte quelle ragazze che si sono rifiutate di aderire ai canoni estetici imposti dalla moda e dalla società.

Rating: 3.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...