Tutti i tormentoni estivi degli anni '90 che cantiamo ancora oggi

Non c'è estate senza un tormentone musicale che si rispetti. In attesa di scoprire quali saranno quelli di questa estate 2020, vi proponiamo un nostalgico momento revival alla (ri)scoperta delle hit degli anni dal 1990 al 1999.

Estate che arriva, tormentone che trovi. Quello fra la stagione estiva e la canzone gettonatissima passata praticamente ogni ora dalle radio è un connubio inossidabile che va oramai avanti da moltissimo tempo: il tormentone sta all’estate proprio come il ghiacciolo, le ciabatte infradito e la crema solare.

Si potrebbe dire che non è estate senza un tormentone, perciò ecco che ogni anno, al giungere della bella stagione, cantanti di ogni Paese e genere si mettono al lavoro per produrre la hit dell’anno, quella che rimarrà impressa nella memoria collettiva anche a distanza di decenni: che sia dance, pop, ballata o rap, la caccia al tormentone scatta irrefrenabile, la gente inizia ad ascoltare la canzone, a canticchiarla ovunque, in macchina, sulla spiaggia, a casa, la scarica, la mette come suoneria al cellulare, insomma basta azzeccare il ritmo e la melodia giusti e il gioco per conquistare il pubblico è fatto.

Negli anni sono stati lanciati veramente tormentoni di tutti i tipi, e anche quest’anno sembra esserci qualcuno particolarmente accreditato per vincere lo speciale titolo di “tormentone ufficiale estate 2020“, come ad esempio Elodie, con la sua Ciclone, ma anche Baby K, che ha fatto debuttare nella musica nientemeno che Chiara Ferragni.

Baby K fa coppia con Chiara Ferragni in "Non mi basta più": la hit estiva è servita

Visto che però abbiamo ancora tempo per decretare il tormentone vincitore, possiamo fare un salto indietro di qualche anno e ripercorrere quelle che sono state le canzoni simbolo degli anni ’90, dal 1990 fino al ’99.

Siete pronte per il momento revival?

1. Anno 1990

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Sotto questo sole (Francesco Baccini e i Ladri di Biciclette)

Chi non ha mai accennato almeno una volta nella vita il ritornello “Sotto questo sole, bello pedalare si, ma c’è da sudare”?

  • Un’estate italiana (Edoardo Bennato e Gianna Nannini)

Tutte noi, anche eravamo appena della bambine, ci emozionavamo e cantavamo a squarciagola il duetto che precedeva le partite della Nazionale ai mondiali di calcio giocati proprio in Italia

2. Anno 1991

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Malinconoia (Marco Masini)

Masini era all’epoca uno dei cantautori più in voga, tanto che con l’album omonimo si aggiudicò il Festivalbar di quell’estate

  • Gypsy Woman – She’s homeless – (Crystal Waters)

Come dimenticare il ritornello che ancora oggi il mondo intero conosce a memoria, ovvero “LaDaDee LaDeDa”… intramontabile!

  • We need freedom (Antico)

Con questa canzone i più grandicelli hanno passato nottate intere in discoteca, mentre le bambine cercavano di imitare di nascosto i fratelli o le sorelle maggiori nella cameretta di casa.

3. Anno 1992

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Rhythm is a dancer (Snap!)

Anche questo è stato uno di quei tormentoni che ha fatto muovere tutto il mondo… chi non l’ha mai ballata davanti allo specchio?

  • Please don’t go (Double You)

Di questa canzone ricordiamo anche una versione italiana intitolata “Sì o no” e cantata da Fiorello, allora ancora dotato del celeberrimo codino che l’ha fatto conoscere al grande pubblico.

  • Hanno ucciso l’uomo ragno (883)

Il duo composto da Max Pezzali e Mauro Repetto ha sconvolto tutta l’Italia parlando della morte di Spiderman, il famosissimo Uomo Ragno, in una canzone che può essere definita la regina dei tormentoni italiani!

4. Anno 1993

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Il battito animale (Raf)

Dite la verità, quante volte avete messo su al juke-box della spiaggia questa canzone di Raf vincitrice del Festivalbar?

  • What is love (Haddaway)

Ogni estate ha avuto il suo tormentone dance… questa di Haddaway è stata senz’altro la numero uno di tutto il 1992

  • Mr. Bombastic (Shaggy)

Che bello ricordare quando ci inventavamo le parole per riuscire a cantare l’impossibile canzone di Shaggy diventata anche colonna sonora dello sponsor Levi’s!

  • All that she wants (Ace of Base)

E come poter dimenticare i balli soft sotto la palla della discoteca a scambiare effusioni come se non ci fosse un domani con il nostro fidanzatino dell’epoca?

  • Sei un mito (883)

“Tappetini nuovi, Arbre Magic” è l’incipit cantatissimo, ancora oggi, di una canzone che tutti, almeno una volta, abbiamo dedicato a qualcuno.

  • Nord sud ovest est (883)

Era impossibile che questa canzone passasse inosservata, infatti alla fine del Festivalbar gli 883 si aggiudicarono il premio per il miglior album, battuti nella gara dei singoli proprio da Raf.

5. Anno 1994

Fonte: Web
Fonte: Web
  • The summer is magic (Playahitty)

L’estate del ’94 sarà per sempre ricordata come una delle più prolifiche dal punto di vista della dance music. “The summer is magic” ne è un perfetto esempio.

  • Sweet dreams (La Bouche)

Ma anche “Sweet dreams” si è battuta discretamente, ed è stata ballatissima in tutti i locali italiani!

  • The rhythm of the night (Corona)

Ma la vera vincitrice dei tormentoni dance è stata Corona, numero uno in Italia per tutta l’estate e anche in quasi tutta l’Europa.

6. Anno 1995

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Maria Maria (Articolo 31)

Anche il ritornello “Ohi Maria, ti amo, ohi Maria ti voglio” cantato da J-Ax è ancora oggi uno dei più cantati… e pazienza se forse il duo rap non si riferiva proprio ad una ragazza ma a qualcos’altro!

  • Scatman – Ski Ba Bop Ba Dop Bop – (Scatman John)

Ecco un’altra canzone che ci ha fatto veramente impazzire… chi conosce il testo alla perfezione è pregato di farsi vivo!

7. Anno 1996

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Più bella cosa (Eros Ramazzotti)

Eh, quanto abbiamo sognato e sospirato che qualcuno ci dedicasse questa canzone e ci facesse diventare la sua Michelle Hunziker personale!

  • Macarena (Los del Rio)

Ecco il vero tormentone che ha fatto ballare (e continua a far ballare) generazioni intere di persone, dai bambini fino ai nonni, tutti pronti a muovere il bacino al grido di “Eeeee macarena!”

  • Killing me softly (Fugees)

I più raffinati e aspiranti bad boys ascoltavano canzoni di rapper americani, e il trio dei Fugees, con la voce sofisticata di Lauryn Hill, era uno dei più talentuosi sulla scena musicale.

8. Anno 1997

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Un, dos, tres, Maria (Ricky Martin)

Ragazze, un minuto di silenzio in onore degli occhi che hanno avuto il privilegio di vedere il caliente e giovanissimo Ricky Martin esordire con questa canzone che ti faceva ribollire il sangue nelle vene solo a sentir partire la base!

  • Barbie Girl (Aqua)

Il quartetto scandinavo più divertente, colorato e talentuoso dopo gli Abba ha reso felici grandi e piccini con questa canzone ispirata al mondo della bambola bionda… un vero successo mondiale

  • I’ll be missing you (Puff Daddy/Faith Evans/112)

In molti si sono commossi quando uscì “I’ll be missing you“, rifacimento di un pezzo dei Police, dedicato da Puff Daddy e dalla moglie Faith Evans all’amico Notorious BIG, ucciso nella guerra fra gang del rap.

  • La flaca (Jarabe de Palo)

La canzone d’esordio del gruppo spagnolo è stata il vero successo di quell’estate, venendo imitata alla chitarra dai teenagers nell’intento di far colpo sulle coetanee.

Un anno senza Pau Dones del gruppo "Jarabe de Palo"

9. Anno 1998

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Se io non avessi te (Nek)

Ah, che belli i baci rubati sotto l’ombrellone mentre alla radio passava questo fantastico tormentone di Nek, liberatosi finalmente dell’incubo di Laura che se n’è andata via?

  • Horny ’98 (Mousse T)

L’irriverente videoclip della canzone era solo la ciliegina sulla torta di un tormentone che tutti, anche senza sapere l’inglese, hanno cantato.

  • Solo una volta o tutta la vita (Alex Britti)

Con questa canzone dal ritornello ultra conosciuto Alex Britti si è fatto conoscere al grande pubblico, e ispirato moltissime notti degli adolescenti italiani riuniti sulla spiaggia con un falò e la chitarra.

10. Anno 1999

Fonte: Web
Fonte: Web
  • 50 special (Lunapop)

Un Cesare Cremonini praticamente adolescente faceva innamorare tutte le ragazzine italiane con un ciuffo biondo che oggi si definirebbe dal gusto “discutibile”… un evergreen, anche a distanza di diciassette anni…

  • Mambo N° 5 (Lou Bega)

Anche la canzone di Lou Bega si è rivelata un successo mondiale, tanto da rimanere al numero uno in moltissimi Paesi (in Francia addirittura per 20 settimane). E noi tutte lì, a cercare di ricordare le varie Rita, Sandra, Angela e le altre nominate nella canzone.

  • Vamos a la playa (Miranda)

Miranda e le sue ballerine immerse in una specie di giungla paradisiaca hanno fatto muovere i sederini di tutti nell’ultima estate prima dell’arrivo del nuovo millennio.

 

Articolo originale pubblicato il 23 Giugno 2016

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!