diredonna network
logo
Stai leggendo: Se hai Superato i 30 Anni Forse Sei Troppo “Vecchia” per Fare Queste 15 Cose

"Duri da battere": Renga, Nek e Max Pezzali partono insieme in tour per l'Italia

Alessandra Martines: se l'amore non ha età la maternità neppure

L'amore per Mariangela Melato: "Ci siamo amati per tutta una vita, anche da lontano"

Nicole Kidman e quelle parole sull'abuso domestico

Chester Bennington, il messaggio del figlio 15enne sul suicidio

Jada Pinkett Smith su Tupac: "Mi manca tanto e ho un grande rimpianto"

Simboli lavaggio: come interpretare al meglio le etichette sui vestiti

I papà morirono l'11 settembre: "Abbiamo ricostruito il nostro cuore insieme "

"Sono diventata mora, ho tolto tacchi e lenti: così ho fatto carriera"

The Handmaid's Tale: Alexis Bledel racconta le schiave sessuali del futuro

Se hai Superato i 30 Anni Forse Sei Troppo "Vecchia" per Fare Queste 15 Cose

A 30 anni si è ancora molto giovani per fare un sacco di esperienze nuove e diverse, ma già abbastanza "maturi" per smettere di fare alcune cose che facevamo durante l'adolescenza. Volete sapere quali? Ecco qui, in 15 punti, un elenco di tutto quello che sarebbe preferibile non fare più superata la fatidica soglia dei 30!
Fonte: Web
Fonte: Web

Raggiungere la soglia dei 30 anni rappresenta sicuramente un traguardo molto importante; già, proprio come lo sono stati i 18, poi i 25, e come lo saranno i 50 eccetera eccetera…

Insomma, ogni età è una tappa fondamentale per la vita di ognuno, ma i modi di prendere l’inarrestabile scorrere del tempo sono molto soggettivi e diversi per ciascuno di noi: c’è chi semplicemente lo accetta, considerandolo come facente parte del ciclo naturale delle cose, e chi invece instaura una vera e propria crociata contro gli anni che passano, nella speranza (vana) di riuscire a fermare l’inevitabile.

Ad ogni modo, gli anni aumentano, poco importa se siate d’accordo o meno: e un altro dato di fatto inconfutabile è che ad ogni età corrispondono momenti, situazioni, modi di fare, mode e atteggiamenti che sono caratteristici di quel determinato periodo della nostra vita, ma che, proprio per questa ragione, non possiamo sperare di far durare per sempre.

Così, anche se a 30 anni si è sicuramente ancora molto giovani e sono ancora tantissime le esperienze da fare che si hanno davanti, si dovrebbe comunque imparare ad abbandonare certi comportamenti che appartengono di più alla sfera adolescenziale, oramai, ahimè, superata. Si può rimanere giovani eternamente, ma questo non significa che anche all’esterno dovremo sembrare teenager per sempre!

Ci sono almeno 15 cose che sarebbe meglio smettere di fare una volta superata la soglia dei 30 anni… vi incuriosisce sapere quali sono?

1. Procedete per gradi nelle relazioni

Fonte:Web
Fonte:Web

A quindici anni era comprensibile sentirsi fidanzatissime dopo aver dato il primo bacio al ragazzino che ci piaceva da morire da mesi, o dopo la prima passeggiata mano nella mano nel corso il sabato pomeriggio, dove giravamo fiere a testa alta con la convinzione che tutti ci ammirassero e schiattassero d’invidia per quanto eravamo belli insieme. Come sembrava assolutamente naturale dirsi “Ti amo” fin da subito, quasi sempre in maniera del tutto immotivata. A quindici anni, abbiamo detto. Ma non a trenta. Superata questa soglia ognuno dovrebbe aver imparato, con la maturità, a razionalizzare i propri sentimenti e le proprie frequentazioni, procedendo step by step, in maniera del tutto graduale. Capiamo la foga del momento e la voglia di costruirsi una vita, ma se, dopo la prima uscita, parlate al vostro cavaliere del numero di figli che vorreste avere o di come sarebbe bello sposarsi al mare, l’unico risultato che potreste ottenere sarà quello di vederlo correre via più velocemente di Bolt!

2. Basta a mini-minigonne, hot pants e top!

Fonte: Web
Fonte: Web

Persino Jenny Garth, che in Beverly Hills 90210 ha fatto dei top che lasciavano scoperta la pancia il proprio cavallo di battaglia, superata abbondantemente la soglia dei 30 ha preferito abbandonarli! Ogni età ha un modo di vestire adeguato, anche perché, inutile sottolinearlo, il corpo irrimediabilmente cambia, e se una donna pensa di poter risultare femminile solo indossando pantaloncini inguinali o gonne microscopiche sbaglia di grosso… anzi, indossare vestitini micro, colori fluo e top che lasciano poco all’immaginazione a trent’anni vi farà solo correre il rischio di sembrare volgari e per nulla eleganti! Meglio puntare su tubini neri (un classico intramontabile), camicie, pantaloni palazzo (se l’altezza ve lo consente) e blazer… con i giusti accessori sarete sempre al top senza somigliare alla versione gigante di Barbie!

3. Stop ai selfie

Fonte: Web
Fonte: Web

Pranzo: foto. Aperitivo: foto. Lavoro: foto. Giornata in spiaggia: foto. Basta: è ora di darci un taglio. L’esibizionismo a tutti i costi non è un bene, scattarsi 100 foto al giorno può essere comprensibile se siete delle teenager con scarsa autostima che riescono a trovare un po’ di fiducia in sé grazie ai “like” di Facebook o di Instagram, ma non se siete donne di 30 anni, magari con famiglia e carriera ben avviate. Voi dovreste aver già raggiunto la piena consapevolezza di voi stesse, indipendentemente da un selfie ben riuscito grazie a filtri e modifiche!

4. Stop alle maratone alcoliche o alle abbuffate di junk food

Fonte: Web
Fonte: Web

Esagerare con gli alcolici o mangiare spesso cibi da fast food ovviamente non fa bene neppure agli adolescenti, perché i rischi per la salute sono molto alti; tuttavia, i giovani possono, generalmente, contare su un metabolismo molto più rapido e “cavarsela” grazie ad una maggiore quantità di attività fisica, specie per quelli che praticano degli sport. Più l’età avanza, meno il nostro organismo è disposto ad “accettare” ed assorbire cibi o liquidi che gli sono dannosi, esponendoci più facilmente non solo al rischio di ingrassare (che già di per sé è un incubo, dato che poi ci vuole molto più tempo per smaltire i chiletti di troppo!), ma anche a guai potenzialmente molto seri per la nostra salute. Meglio non abusarne, insomma: si al bicchiere di vino, ma dite pure addio alle maratone di mojiti… ne beneficerà il vostro corpo!

5. Basta vivere disorganizzate!

Fonte: Web
Fonte: Web

Che lo accettiate o no, non siete più nella fase della vostra vita in cui vi è permesso dire: “I compiti li farò domani” o “Ci penseranno mamma e papà”. L’indipendenza, che quando si è adolescenti si cerca quasi disperatamente, implica anche il raggiungimento della maturità necessaria per organizzare al meglio la propria vita; questo non vuol dire che dobbiate pianificare le vostre giornate minuto per minuto, ma solo che non potete non avere un’idea di quello che volete e di come lavorare per ottenerlo. Più si cresce più le responsabilità inevitabilmente aumentano, e ognuna di noi deve essere preparata ad affrontarle!

6. Basta con i capelli lunghi fino alla vita

Fonte: Web
Fonte: Web

Avere lunghi capelli morbidi da poter pettinare e acconciare in qualsiasi modo è indiscutibilmente bellissimo, ma arriva un momento della nostra vita in cui se sono troppo lunghi non si addicono più alla nostra fisicità e all’età che abbiamo; dopo i 30, meglio optare per un taglio medio, ad esempio un caschetto scalato, o comunque portarli all’altezza delle spalle. Niente chiome alla Raperonzolo, quelle lasciamole alle quindicenni!

7. Basta passare il fine settimana a dormire

Fonte: Web
Fonte: Web

Era così bello quando, dopo un sabato sera passato in discoteca, vi infilavate nel vostro lettino e andavate in letargo fino al pomeriggio inoltrato della domenica! Già, ma potevate farlo perché, molto probabilmente, non avevate altri impegni oltre la scuola. A 30 anni, invece, sarebbe preferibile non prolungare troppo l’orario del risveglio, e dedicarsi, anche nel week-end, a qualcosa di produttivo: un po’ di attività fisica all’aria aperta, una visita ai genitori o ai nonni, la lettura di un buon libro o la preparazione di una bella torta, insomma siete libere di scegliere fra i vostri interessi, ma per carità basta vegetare sotto il piumone!

8. Basta con le “duckfaces”nelle foto

Fonte: Web
Fonte: Web

L’abitudine di storpiare la bocca prima di mettersi in posa per una foto è orribile anche quando si è molto giovani: si creano sempre pose artificiali, innaturali, che il più delle volte non rendono giustizia alle nostre labbra. A trent’anni, però, è ancora peggio: se pensate di risultare glamour adottando la famigerata espressione da papera, vi sbagliate di grosso; il rischio che correte sarà solo quello di risultare una donna che non accetta serenamente la propria età. Ci sono pose molto più eleganti e raffinate per venire bene in foto, non è indispensabile sembrare la sorella cresciuta di Duffy Duck! E poi, volete davvero rischiare di mostrare le piccole rughe sul labbro superiore? Non sempre Photoshop può venirvi in soccorso!

9. Vietato saltare le cure quotidiane

Fonte: Web
Fonte: Web

Se a 18 anni potevate permettervi di andare per una volta a letto truccate o di dimenticare la crema idratante, dopo i 30 questi sono errori che potrebbero costarvi caro. La pelle, per rimanere giovane, ha bisogno di essere nutrita e curata quotidianamente, così da poter respirare ed essere purificata da smog, trucco e tutto quello contro cui ogni giorno deve combattere. Anche se siete stanche dopo una giornata di lavoro, non dimenticate mai di usare un buon latte detergente per struccarvi e di lavarvi la faccia a fondo prima della crema. Allo stesso modo, cercate di ritagliare del tempo per allenarvi e non saltate l’appuntamento con la palestra quando non ne avete voglia! Volete o no avere 30 anni ma dimostrarne sempre 20?

10. Basta passare le notti in bianco

Fonte: Web
Fonte: Web

Nessuno vi sta dicendo che dopo i 30 anni è proibito andare in discoteca o uscire il sabato sera; se siete delle amanti della vita notturna cercate però almeno di limitare le occasioni! Fare l’alba tutti i giorni alla lunga indebolisce il fisico, e diventa difficile recuperare in tempo per essere pronte ad una nuova settimana di lavoro, famiglia e impegni… alla lunga, altro che febbre del sabato sera, vi verrà la febbre e basta!

11. Dovete iniziare a risparmiare

Fonte: Web
Fonte: Web

Come abbiamo già detto poco fa, a 30 anni sarebbe meglio avere le idee chiare in merito alla propria vita; questo comprende anche, naturalmente, essere abbastanza sagge da mettere insieme qualche risparmio, abbandonando la romantica ma poco pratica idea di vivere “alla giornata”; né, alla stessa maniera, sarebbe giusto continuare a fare affidamento solo ed esclusivamente sugli aiuti economici dei genitori come si faceva in adolescenza, quando era sufficiente la paghetta settimanale per sentirsi le più ricche del mondo. Ad un certo punto della vita non si può più pensare di spendere tutto in vestiti, borse e sedute dal parrucchiere, meglio riuscire a mettere qualcosa da parte ogni mese.

12. Imparate ad accettare anche i rifiuti

Fonte: Web
Fonte: Web

Ricevere un due di picche non fa mai piacere, a nessuna età. Ma, superati i 30 anni, non ci si può aggrappare disperatamente ad un uomo che evidentemente ci ha dato prova di non volerci, perché non siamo all’ultima spiaggia, e dovremmo avere molto più amore verso la nostra persona, senza ridurci ad elemosinare sentimenti che non esistono. Anche se il rifiuto fa sempre e comunque male, a questa età si dovrebbe aver imparato ad avere piena consapevolezza di sé stesse, a capire quanto veramente si vale e cosa si merita, e anche ad accettare il fatto che, in fondo, se noi abbiamo dato il massimo in una storia e questa non è andata, possiamo solo essere contente di noi e non abbiamo nulla da rimproverarci. Evitiamo quindi di diventare la stalker di qualcuno, e impariamo a capire che, se lui dopo il primo appuntamento è sparito nonostante avesse dichiarato che si sarebbe fatto risentire, con tutta probabilità è perché non gli siamo piaciute abbastanza: tempestarlo di chiamate e messaggi non lo riporterà indietro, perciò, dopo la prima vostra richiesta di chiarimento, soddisfatta o no, chiudete e guardate oltre.

13. Smettete di mostrare la vostra tessera universitaria per ottenere sconti

Fonte: Web
Fonte: Web

Lo sappiamo, era veramente fighissimo estrarre la vostra tessera universitaria dal portafoglio per entrare in musei o cinema pagando il biglietto ridotto… vi faceva un po’ sentire come Dana Scully in X-files, e le vostre tasche ne beneficiavano sicuramente. Purtroppo, però, anche quei tempi, come molte altre cose, hanno una fine. Decisamente meglio non mostrare una tessera datata 2004, a meno che non la vogliate giustificare dicendo che siete studentesse fuori corso… molto fuori corso!

14. Ok ai social… ma senza esagerare!

Fonte: Web
Fonte: Web

Alla soglia dei 30 anni una persona dovrebbe provare, anche se è introversa, ad uscire dal suo guscio, per conoscere nuove persone e favorire l’inizio di nuove relazioni, sotto ogni punto di vista. Questo è un atteggiamento consigliabile anche ai più giovani, ma, specialmente quando si raggiunge una certa età, non dovrebbe essere così indispensabile far sapere ogni cosa e condividere ogni singolo momento della propria vita sui social per cercare l’approvazione e gli apprezzamenti altrui. Taggarsi in ogni luogo, postare 1000 foto, e pubblicare post stupidi non vi farà sentire più popolari, perché sarebbe meglio avere una vita al di fuori dello smartphone. Inoltre, sappiamo tutti che i nostri datori di lavoro possono monitorarci tramite i social, e, se ambiamo ad avanzare con la carriera, sarebbe preferibile dare un’immagine più matura e professionale di noi stesse; meglio quindi scrivere di aver partecipato ad un convegno, ed eliminare quella foto dove beviamo la birra direttamente dal cappello con le cannucce!

15. Questo è il momento giusto per selezionare definitivamente le amicizie

Fonte: Web
Fonte: Web

Se non ora quando? Questo è senz’altro il momento giusto per fare una cernita tra le nostre amicizie, allontanandoci definitivamente da quelle che non riteniamo giuste per noi: chi ci ha pugnalato alle spalle, fatto soffrire, o ci ha messo nei guai tante volte, è meglio che prenda la sua strada, ben lontana dalla vostra. Perché adesso sì, che potete e dovete permettervi di decidere di tenere al vostro fianco solo persone che ne valgano veramente la pena, senza rimanere aggrappate a finte amicizie semplicemente per paura di rimanere sole. Avrete sicuramente un sacco di opportunità per conoscere altre amiche fantastiche!

Maturità non significa affatto smettere di divertirsi: ci sono mille modi per farlo anche quando ci allontaniamo dall’adolescenza, e sarebbe sbagliato guardare a quei tempi con rimpianto e dispiacere; sono stati fantastici, è vero, ma lo saranno altrettanto anche i 30, per motivi  diversi e con modalità differenti!

Ogni età può darci e insegnarci tanto, purché venga vissuta con lo spirito giusto: a 16 anni si spera di crescere in fretta, a 35 che il tempo si fermi… ma se impariamo a goderci il bello dei 16 anni come dei 35, gusteremo ogni singolo anno della nostra vita al meglio!