diredonna network
logo
Stai leggendo: Josephine Garis Cochrane: l’inventrice della lavastoviglie

Oroscopo dal 19 al 25 gennaio 2017- Come sopravvivere alle stelle

Chiara Ferragni è incinta! Lo scherzo di Fedez alla "suocera" in un video

Sesso anale, la dottoressa De Mari: "Si pratica nelle iniziazioni sataniche. L'omosessualità non esiste"

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

Ecco perché migliaia di ovetti sorpresa sono naufragati su questa spiaggia tedesca

Grazia per Jacqueline, la donna che uccise il marito che la picchiava e violentava le figlie

Quando (e dove) ci dà fastidio essere toccati: le zone off-limits del nostro corpo

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno. Ecco perché... è una bufala

Josephine Garis Cochrane: l'inventrice della lavastoviglie

La lavastoviglie? L'ha inventata una donna, che proprio della lavastoviglie non aveva alcun bisogno: Josephine Garis Cochrane (Contea di Ashtabula l' 8 marzo 1839). E' stata l'inventrice della prima lavastoviglie meccanica ( 1886 ), era una donna molto raffinata, sposata con un uomo molto ricco William Cochran.
Josephine amava organizzare cene e aperitivi nella sua dimora, anche se non cucinava perché aveva una servitù appositamente per questo. A causa della servitù però, Josephine si ritrovò con tante preziose stoviglie in porcellana rovinate e scheggiate, era tanto presa dalla cosa che arrivò a lavare i piatti da sola.

Si dice che proprio nel 1886 Josephine esclamò furiosa: “Se nessuno ha ancora inventato una macchina per lavare i piatti, lo farò io stessa!

Così la signora Cochrane costruì compartimenti filo, progettati appositamente per piatti, e collocò i vani in una ruota che stava all’interno di una caldaia di rame. Un motore girava il volante mentre acqua calda mista a sapone (da ricordare che allora i piatti venivano lavati maggiormente con la acqua fredda e cenere), spruzzava dal fondo della caldaia andava sulle stoviglie. Fu brevettata ed installata in casa Crochrane il 28 dicembre 1886. Le amiche di Josephine ne rimasero così meravigliate che chiamarono la macchina “lavastoviglie Cochrane“. Dopo la morte del marito nel 1893, Josephine mostrò la sua macchina al World’s Columbian Exposition di Chicago, vincendo il primo premio.

Fu così che aprì la sua fabbrica la Garis-Cochran lavastoviglie Machine Company nel 1897, con George Butters che divenne, il caporeparto in fabbrica e capo meccanico, e altri tre dipendenti. La sua macchina era richiesta solo da  numerosi ristoranti ed alberghi. Per l’uso domestico scoppiò l’interesse per la lavastoviglie solo a partire dal 1950. Josephine morì d’esaurimento nervoso all’età di 74 anni, dopo la sua scomparsa la società cambiò titolari (1940) diventando parte della Kitchen Aid e ora di proprietà della Whirlpool Corporation.