diredonna network
logo
Stai leggendo: Fare l’amore aiuta la memoria

Jessica, perde la memoria ma si innamora di nuovo dello stesso uomo

Hater, l'app che ti fa incontrare le persone che odiano le cose che detesti anche tu

Le commoventi parole di questo papà: "Ecco perché prendo ancora i fiori per la mia ex moglie"

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Quando la tua ex ti scrive una lettera di scuse e tu gliela rimandi corretta" con la penna rossa

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Torna il Nokia 3310, il cellulare indistruttibile della nostra adolescenza!

Mamma single si traveste da papà per accompagnare il figlio all'evento della scuola

Fare l'amore aiuta la memoria

Fare l'amore fa bene anche alla memoria. Grazie ad un esperimento si è scoperto che il sesso migliora anche l'attività cerebrale.
foto:web

Il sesso aiuta il fisico e la mente, ormai lo sappiamo.

Aiuta a perdere peso, fa bene all’autostima, mantiene il buonumore ed è un rimedio decisamente efficace contro l’insonnia.
Gli ultimi studi confermano anche che del buon sesso aiuta anche la memoria, riducendo lo stess.
Gli effetti positivi dell’orgasmo sul cervello esistono grazie al rilassamento dell’attività cerebrale, mettendo a riposo i pensieri, utilizzando al meglio le proprie energie solo per il piacere.

Questo risultato arriva da un esperimento con i topi.

I cambiamenti cerebrali dei roditori, divisi in due gruppi, sono stati analizzati dopo l’accoppiamento. In un gruppo gli animali più grandi hanno dimostrato di avere un miglioramento della funzione cognitiva e della funzione dell’ippocampo. Quell’area del nostro cervello che ha un ruolo molto importante nella memoria a lungo termine, mentre nell’altro si sarebbe dimostrato che il rapporto sessuale è in grado di contrastare i danni dello stress.

È importante però farlo con regolarità se si vogliono ottenere i benefici a livello cognitivo.