diredonna network
logo
Stai leggendo: Le password più usate e rubate di sempre.

"Riposa in pace. So che verrai a cercarmi...", le parole della moglie a Chris Cornell

Perché la fine di un'amicizia è peggio della fine di un amore

Quando Marina Abramovic lasciò che la gente usasse il suo corpo come un oggetto

Oroscopo dal 25 al 31 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Avril Lavigne è morta ed è stata rimpiazzata da un clone": le "prove" dei complottisti

Spora, ecco il mio viso dopo l'incidente: "Questa sono io e la perfezione non esiste"

15 migliori idee per feste a tema diverse dal solito

Terapie di "riorientamento sessuale": "Ecco come si possono curare i gay"

Troppo grassa per Louis Vuitton, ma la modella non ci sta: ecco come ha risposto su Facebook

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Le password più usate e rubate di sempre.

SplashData rende pubblico l'elenco delle 25 password più utilizzate e rubate dell'anno appena passato.Anche la vostra rientra in questa bizzarra (ma più seria di quanto si possa credere) classifica?!?
(foto:Web)
(foto:Web)

Esiste un’agenzia specializzata in consulenza e gestione password che ogni anno regala agli utenti una particolare classifica che evidenzia quali sono le password più utilizzate, e soprattutto rubate, di tutto il mondo.
SplahData (questo il nome dell’agenzia) ha reso pubblico l’elenco basato su statistiche mondiali.
In questi ultimi anni si registra una crescita sempre più veloce di siti internet e social che si rifiutano di accettare combinazioni password troppo semplici, ma nonostante ciò, gli hacker son agevolati spesso dalle scelte banali dell’utente.

123456
password
12345678
qwerty
abc123
123456789
111111
1234567
iloveyou
adobe123
123123
admin
1234567890
letmein (lasciami entrare)
photoshop
1234
monkey
shadow
sunshine
12345
password1
22. princess
azerty (le lettere nella prima riga della tastiera AZERTY)
trustno1 (non fidarti di nessuno)
000000

Queste le 25 password più utilizzate e rubate del 2013.
Password poteva sembrare forse un’idea geniale e invece si guadagna un bel secondo posto.
La maggior parte di queste combinazioni evidenziano come la mente umana sia programmata per seguire schemi ovvi e che richiedono semplicità più che sicurezza, peccato che la funzione della password non dovrebbe essere quella.
Bisogna poi essere svegli e capire quali siano i siti meno affidabili ed evitare di utilizzare sempre la stessa combinazione per siti diversi: spesso gli hacker rubano le password dai siti con bassa sicurezza e poi le riutilizzano in siti Web come quelli delle banche.
Da evitare anche password con parole presenti su un dizionario , parole al contrario o comuni errori di ortografia.
Il meglio è utilizzare combinazioni alfanumeriche che possano caratterizzare una grande varietà dei caratteri presenti.