diredonna network
logo
Stai leggendo: Mangiare sano e risparmiare è possibile?

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

Il Paese più felice del mondo non è più la Danimarca? E l'Italia a che posto è?

Equinozio di Primavera: perché era ieri e 5 rituali magici per godere dei suoi influssi

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Disegna il tuo papà!? Il risultato è sorprendente (e dolcissimo)

Mangiare sano e risparmiare è possibile?

E' possibile mangiare bene e risparmiare sulla spesa? Da una recentissima inchiesta, emergono dati molto interessanti!
www.pianetagreen.it

Fare la spesa in modo intelligente, si può?

Da una recente inchiesta è emerso che è possibile risparmiare circa il 40% sulla spesa al supermercato.
Infatti è ipotizzabile arrivare a mettere da parte sino a 4.300 euro all’anno (che con i tempi che corrono sono un bel po’ di soldi!).
Questo dato emerge andando a mettere in relazione i prezzi del supermercato più costoso con quelli del discount che ha i prezzi più bassi sul mercato.

Ma se non ve la doveste sentire proprio di passare dal supermercato al discount, sappiate che un primo risparmio (circa il 32%)  parte già dalla scelta dei marchi commerciali (quelli con il marchio del supermercato in cui spendete) rispetto a quelli di marca che garantiscono pari qualità a minor prezzo; quindi anche senza cambiare supermercato si avrà già uno risparmio che si aggirerà intorno ai 2000 euro annui!

Ma come difenderci da quei prodotti alimentari  che sono dannosi per la nostra salute?

Dobbiamo imparare innanzitutto a leggere le etichette che molto spesso nascondono dei “segreti” scritti in miniatura.

Per prima cosa, bisogna assolutamente eliminare dalla nostra dieta i prodotti OGM.

www.xn--cos-8la.com

Negli stati dell’Unione Europea, grazie alla normativa vigente,  se il prodotto è stato modificato geneticamente, l’azienda è obbligata ad indicarlo sulla confezione.

Un altro problema da affrontare è quello degli antibiotici che vengono somministrati agli animali da allevamento.

www.ilfattoalimentare.it

Questo dato è preoccupante perché con una continua assunzione di antibiotici alcuni batteri molto pericolosi per la nostra salute potrebbero diventare immuni alle cure antibiotiche e procurare serissimi danni all’uomo!
Si consiglia infatti, affinché gli antibiotici continuino ad avere effetti benefici sul nostro organismo di maneggiare attentamente le carni crude in particolar modo quelle di pollo ricordando che anche le carni di manzo, di maiale e di tacchino possono essere portatrici di malattie quali E. coli e salmonella che di per se non sono particolarmente pericolosi ma che però potrebbero trasmettere ad altri batteri più dannosi l’antibioticoresistenza!

Utilizzate prodotti a marchio DOP  “Denominazione di Origine Protetta” che è un marchio di tutela giuridica della denominazione che viene attribuito a quegli alimenti le cui caratteristiche qualitative dipendono essenzialmente dal territorio in cui sono prodotti. (E ciò non per forza vuol dire spendere di piu’!)

www.vinoinrete.it

Oppure prediligete alimenti IGP ossia “Indicazione Geografica Protetta” che è un marchio di tutela giuridica dell’indicazione geografica  attribuito a quei prodotti agricoli e alimentari per i quali una determinata qualità,dipende dall’origine geografica e la cui produzione, trasformazione e/o elaborazione avviene in un’area geografica determinata.

www.prodottitipicicampania.it

Dunque risparmiare si può basta mettere in atto delle piccole accortezze!