logo
Ogni giorno al fianco di 1.800.000 Donne
Michael Connelly

Michael Connelly

Filadelfia, 21 luglio 1956

La vita da scrittore

L’opera dello scrittore è stata molto influenzata dalla figura letteraria del detective Philip Marlowe; trasferitosi a Los Angeles Connelly riesce a prendere in affitto l’appartamento in cui Raymond Chandler e successivamente Robert Altman avevano ambientato l’azione del detective tra gli anni ’40 e ’50. Dal 1992 Connelly si interessa sempre più di fatti di cronaca e sfruttando la sua esperienza giornalistica, studia da vicino il lavoro della polizia e lo svilupparsi delle indagini che seguono i delitti. La maggior parte dei suoi libri riguarda le indagini di un detective del Dipartimento di Polizia di Los Angeles, Hieronymus “Harry” Bosch: il suo nome è lo stesso del famoso pittore olandese, dal quale la madre del detective era affascinata. Anche a detta dello stesso Connelly, Bosch condivide con l’autore diversi tratti del proprio carattere. Nel succedersi dei numerosi romanzi, il detective Bosch deve spesso combattere anche contro l’ostilità presente all’interno del suo stesso Dipartimento: una volta andato in pensione, lavorerà su diversi casi come detective privato, per poi tornare in Dipartimento per risolvere i cosiddetti cold case (“casi irrisolti” in italiano).

Connelly è particolarmente attento a far emergere l’evoluzione psicologica del suo protagonista, al di là degli stereotipi narrativi del genere hard boiled. Molti dei libri di Connelly sono ambientati a Los Angeles.

In Italia i suoi libri sono editi da Piemme.

Dal libro Debito di sangue è stato tratto l’omonimo film diretto da Clint Eastwood. Con molta ironia lo scrittore nel successivo romanzo Il poeta è tornato ha fatto commentare causticamente il film ai suoi stessi personaggi, in un piacevole intreccio tra realtà e finzione.

Continua la lettura...