logo
Stai guardando: Sofia di Meryem Benm’Barek: “Alle donne non si perdona il successo”

Sofia di Meryem Benm'Barek: "Alle donne non si perdona il successo"

"Possono dire quello che vogliono, ma noi ce ne freghiamo.Non sono che una piccola parte, non sono che alcune persone che hanno paura per i propri privilegi, ma questo non impedisce alle donne di andare avanti e non impedisce a tutte le altre persone di sostenere le donne".

Prossimo video

"Alba ha diritto alla verità su sua madre", le dolci parole di Luca Trapanese

Annulla
Questo contenuto fa parte della rubrica “Camera con vista”

“Perdoniamo meno il successo a una donna che a un uomo.
Questo l’ho capito purtroppo dopo che il mio film è uscito”.

Meryem Benm’Barek è la giovane e talentuosissima regista di Sofia, film acclamato nel mondo e a Cannes, dove ha vinto il premio “Un Certain Regard” per la migliore sceneggiatura.

Qui ne abbiamo parlato subito dopo la prima italiana:

In questo video, invece, è possibile ascoltare l’intervista che Meryem Benm’Barek ha rilasciato a Roba da Donne, in cui si parla di discriminazione:

“Mi sono resa conto della differenza, del fatto che si faceva riferimento al mio essere donna, quando il mio film è uscito, ha avuto molto successo, ha ricevuto un premio a Cannes, è stato accolto dal pubblico, ha percorso il mondo e, quel punto, sono arrivati anche alcuni attacchi ma da parte della solita gerarchia di uomini di potere, molto vecchi e che non hanno visto di buon occhio il fatto che una donna giovane venisse a oscurare l’ordine prestabilito delle cose”.

Ma anche della resilienza e delle infinite risorse delle donne:

“Possono dire quello che vogliono, ma noi ce ne freghiamo.
Non sono che una piccola parte, non sono che alcune persone che hanno paura per i propri privilegi, ma questo non impedisce alle donne di andare avanti e non impedisce a tutte le altre persone di sostenere le donne”.