logo
Stai guardando: Non esiste roba da maschi o roba da femmine, esistono le nostre passioni

Non esiste roba da maschi o roba da femmine, esistono le nostre passioni

Siamo nel 2018 e ancora sentiamo parlare di roba da donne e roba da maschi. Combattiamo queste etichette e dimostriamo che ognuno è libero di seguire i proprio sogni e le proprie passioni a prescindere dal suo sesso.

Prossimo video

I sexy supereroi Avengers: che Chris scegli?

Annulla

Se dovessimo chiedere a chiunque di dirci uno sport da maschi o uno sport da femmine, la risposta sarebbe come in ogni caso immediata: il calcio è da maschi e la danza è da femmine. Chi l’ha mai detto? Dove è scritto che una bambina non può scegliere di giocare a calcio anziché iscriversi a ginnastica artistica? E che per questa scelta non debba sentirsi meno “femmina” delle altre bambine, e viceversa?

Non dovremmo mai dimenticarci di Billy Elliot, il bambino che è stato d’esempio e d’ispirazione per tutti. Ha detto no alla box e sì alla danza scontrandosi con chi non lo appoggiava e seguendo i suoi sogni fino alle fine.

Quindi perché quasi tutti pensiamo che una donna cucini meglio di un uomo? O che un uomo guidi sicuramente meglio di una donna? Se noi stessi continuiamo a portare avanti queste idee la società non cambierà mai e i nostri bambini purtroppo la penseranno sempre così, come noi.

Noi abbiamo mostrato ad alcuni bambini immagini di esempi di donne e uomini che praticano sport o hanno passioni diverse dalle “solite” cercando di far cambiare loro idea.
Possiamo dire che l’esperimento sia riuscito e puntiamo su di loro affinché si eliminino queste etichette vecchio stile e si accetti un mondo dove una donna possa giocare a calcio e un uomo possa cucinare torte per i suoi bambini.

Noi, Roba da Donne, ce lo auguriamo con tutto il cuore.