logo
Speciale: Amici di Maria De Filippi
Amici di maria de filippi, il talent show
Amici di Maria De Filippi

Amici di maria de filippi, il talent show

Amici di Maria De Filippi è un talent show prodotto, condotto e realizzato da colei che molti considerano la regina della televisione italiana, appunto Maria De Filippi. Amici era in realtà il titolo di un talk show giovanile che andava in onda il sabato pomeriggio negli anni ’90, in cui gli adolescenti mettevano in primo piano le proprie problematiche. Poi nel 2001 De Filippi lanciò questo talent, che inizialmente prese il nome di Saranno Famosi, ma dovette cambiare denominazione per ragioni di copyright, diventando Amici di Maria De Filippi, come lo conosciamo oggi. Amici è giunto oggi alla sua diciassettesima edizione, cambiando di volta in volta formula, sperimentando soluzioni differenti e creando connubi e collaborazioni inaspettate.Tutto funziona come in una scuola d’arte scenica - in cui ci si occupa esclusivamente di canto e di ballo - anche se parliamo di una scuola molto particolare perché poi le esibizioni degli studenti vanno in onda in diretta, oltre alle strisce quotidiane che raccontano le loro vicissitudini in differita. Gli studenti vengono ammessi all’inizio dell’anno - solitamente Amici prende il via in autunno, tra ottobre e novembre - ma il loro banco non è una certezza fino alla fine dell’anno scolastico: dovranno conservarlo attraverso un buon rendimento e la vittoria in alcune sfide, in particolare con aspiranti nuovi studenti. A primavera, intorno a marzo, Amici entra di solito nella fase più attesa, quella clou del serale, che prevede esibizioni in prima serata su Canale 5.Ovviamente, alla fine dell’anno non c’è semplicemente una promozione, ma una vittoria, che di anno in anno prevede premi di diversa natura. Solitamente si tratta di borse di studio o corsi molto costosi e già pagati per continuare a formarsi, ma ci sono anche contratti discografici o di altro genere che a volte non riguardano solo i vincitori assoluti delle diverse categorie.