logo
Galleria: La verità dietro i sorrisi e la perfezione di Ginger Rogers e Fred Astaire

La verità dietro i sorrisi e la perfezione di Ginger Rogers e Fred Astaire

Sul grande schermo erano la coppia più romantica del mondo, ma lontano dalle telecamere sembra che Fred Astaire e Ginger Rogers si sopportassero a fatica

Fred Astaire e Ginger Rogers, due nomi che nell’immaginario di tutti sono ancora indivisibili. Un po’ come lo sembravano loro durante le coreografie danzate nei film, mentre volteggiavano leggiadri uno nelle braccia dell’altra. Lui in frac, lei con un abito elegantissimo, talmente belli da sembrare finti. La realtà, però, era molto lontana dalla finzione, come raccontato al Telegraph dal biografo dell’attore, Michael Freedland.

Commentando una pubblicità di qualche anno fa che usava i due ballerini per promuovere un’azienda di viaggi, accompagnata dalla scritta Partners, lo scrittore ha spiegato al quotidiano inglese che nessuno dei due avrebbe gradito. Anzi, sia Fred Astaire che Ginger Rogers odiavano essere considerati una coppia, visto che si tolleravano a malapena.

“Oh Ginger! Voleva sempre comandare”, confidò il celebre ballerino e attore a Freedland, che si apprestava a scrivere la sua storia. La verità, soprattutto a quei tempi, non sarebbe piaciuta al grande pubblico, visto che Fred Astaire era considerato il gentleman di Hollywood. Lo stesso concetto venne comunque reiterato anni dopo da Ginger Rogers, durante un pranzo con lo scrittore.

Inizialmente lei sembrò non voler parlare dell’attore, riferendosi a lui solo come Mr Astaire. Ma quando Freedland si fece sfuggire un “Astaire-Rogers”, lei lo corresse, facendogli notare glacialmente che era “Rogers-Astaire”. Era sicuramente un argomento ancora scottante per lei, nonostante i dieci anni passati a ballare con il collega.

In realtà Ginger Rogers avrebbe preferito brillare da sola, preferibilmente in film drammatici. Come aveva fatto per Kitty Foyle, in cui interpretava una madre nubile e che le valse un Oscar. Quando finalmente poterono separarsi, liberi dai loro contratti di lavoro, fu un sollievo per entrambi.

Non ci fu mai un bacio cinematografico perché Astaire non lo voleva. Da bravo gentiluomo, tuttavia, non oppose mai plateale resistenza alla compagna di set e di ballo. Anzi, disse addirittura che “era il tipo di ragazza ideale con cui lavorare”, visto che era una perfezionista come lui e non aveva paura di continuare a girare le scene fino a quando non erano entrambi soddisfatti. Non si lamentò nemmeno quando lui le fece rifare un numero per 54 volte, fino a farle sanguinare i piedi.

Nel 1948, nove anni dopo aver girato l’ultimo film insieme, tornarono a lavorare in coppia per I Barkleys di Broadway. Fred Astaire non era certo elettrizzato. “Si rividero sul set”, raccontò il regista, Charles Walters. “Fecero quello che dovevano fare, poi se ne andarono. Senza acredine. Furono molto educati, ma era come se si fossero appena incontrati. Dopo anni insieme, dopo anni di vicinanza, ci si aspettava da loro un vero rapporto. Ma non c’era nulla”.

La verità dietro i sorrisi e la perfezione di Ginger Rogers e Fred Astaire

La verità dietro i sorrisi e la perfezione di Ginger Rogers e Fred Astaire
Foto 1 di 10
x