logo
Galleria: La strategia per fare venire Ryan Gosling nel tuo caffè preferito

La strategia per fare venire Ryan Gosling nel tuo caffè preferito

La strategia per fare venire Ryan Gosling nel tuo caffè preferito
Foto 1 di 14
x

Chi adora Ryan Gosling alzi la mano. Ci sembra quasi di vedervi tutte lì, con le mani alzate. Quando ci piace un attore, non ci dispiacerebbe incontrarlo di persona, ma chiaramente ci appare come qualcosa di terribilmente remoto, un vero e proprio sogno. Tranne per una donna. Il suo nome è Joelle Murray. Non vi dirà nulla perché non è celebre, ma su Twitter qualcuno la conosce per via di un’interessante campagna virale culminata appunto con l’incontro con il suo beniamino, Ryan Gosling.

La dedica super dolce di Ryan Gosling ai Gloden Globe

Joelle ha infatti lanciato una campagna – diventata ben presto virale – per chiedere all’attore di andare nella sua caffetteria, il Grinder Coffee a Toronto mentre era in città per il Tiff (Toronto International Film Festival). L’anno prima aveva fatto lo stesso per Idris Elba, ma l’attore non si è presentato e forse non l’ha neppure saputo. Fatto sta che invece Ryan Gosling l’ha fatto, dopo 10 giorni di pressing social in cui la donna, il suo staff e una parte di Toronto hanno implorato l’attore. Ecco com’è andata.