logo
Galleria: Noor Inayat Khan, perché una ragazza sceglie di morire per la causa di altri

Noor Inayat Khan, perché una ragazza sceglie di morire per la causa di altri

Noor Inayat Khan, perché una ragazza sceglie di morire per la causa di altri
Foto 1 di 10
x

Colta, intelligente, giovane e in una posizione privilegiata, Noor Inayat Khan rinunciò a tutto per servire un Paese che lei criticava ferocemente. Indiana e musulmana, era contraria all’imperialismo britannico, ma scelse comunque di diventare un agente segreto al servizio del Regno Unito. Catturata, dopo tante prove di grande coraggio, venne giustiziata dalla Gestapo.

Ora più che mai è importante ricordare la storia di questa principessa guerriera, che lottò per salvare un Paese che non era nemmeno il suo. Cresciuta tra Parigi e Londra, era guidata dal suo rifiuto del nazismo e del fascismo, che combatteva con la non violenza. Come racconta un articolo della BBC, la sua ultima parola di fronte al plotone d’esecuzione fu semplicemente Liberté.

"Morirò da eroina, tu da cane": Mala Zimetbaum la donna che schiaffeggiò l'SS

"Morirò da eroina, tu da cane": Mala Zimetbaum la donna che schiaffeggiò l'SS

Sfogliate la gallery per leggere la storia di Noor Inayat Khan…