logo
Galleria: Isteriche e lottatrici: 15 donne raccontate da Pedro Almodovar

Isteriche e lottatrici: 15 donne raccontate da Pedro Almodovar

Isteriche e lottatrici: 15 donne raccontate da Pedro Almodovar
Foto 1 di 16
x

Le donne sono il punto di forza di Pedro Almodovar. Che non a caso viene chiamato appunto «il regista delle donne». Fin dal suo esordio, le storie nelle sue pellicole sono permeate indissolubilmente da alcune presenze femminili indimenticabili. La bravura del regista spagnolo sta nell’aver creato dei caratteri a tuttotondo, in cui ognuna di noi si può rispecchiare. E in tal senso, questi personaggi femminili sono dei veri e propri classici. Perché cambieranno le mode – e soprattutto i look – ma i mille e mille modi in cui ogni persona, ogni donna, è fatta, resteranno uguali.

Emilia Clarke: "Sessista parlare di donne forti, chiamateci solo donne"

Emilia Clarke: "Sessista parlare di donne forti, chiamateci solo donne"

Non sappiamo dirvi con certezza perché amiamo le donne di Pedro Almodovar. Forse perché la sensibilità del regista ha fatto sì che proviamo empatia anche per quei personaggi “difficili”, quelli dalla morale confusa – come la madre superiora de L’indiscreto fascino del peccato, per esempio. La verità è che queste donne sono affascinanti perché imperfette: ingenue, a volte un po’ antipatiche, alla ricerca perenne di una felicità che non arriva mai. Abbiamo raccolto alcuni tra i personaggi femminili che preferiamo del cinema di Pedro Almodovar. Qual è invece il vostro preferito?