Chestnut Ridge e la fiamma eterna sotto l'acqua - Roba da Donne

Cos'è la fiamma eterna di Chestnut Ridge e come è possibile che non si spenga mai

Foto 1 di 9

Acqua e fuoco sono due elementi antitetici. Il fuoco non può bruciare in presenza d’acqua, perché si spegnerebbe. Eppure c’è un luogo – neppure troppo nascosto, dato che si trova in una riserva naturale negli Stati Uniti – in cui questi due elementi naturali coesistono.

Si tratta di Chestnut Ridge, dove si può ammirare una fiamma alta trenta centimetri che arde alla base di una cascata. Ma com’è possibile, vi chiederete? In effetti ce lo siamo chieste anche noi.

La risposta viene indicata in un articolo di Focus, che riporta quanto scoperto dall’Università dell’Indiana. In pratica la fiamma – che è stata ribattezzata «eternal flame», come la canzone delle Bangles – si trova sopra una sacca di metano – anche se sono presenti anche quantità di propano ed etano. La sacca è in profondità, 400 metri nel sottosuolo e il gas risale grazie ad alte temperature che riesce a polverizzare le rocce all’intero delle quali sgorga anche la cascata.

Come spesso accade quando si trattano fenomeni naturali in Nord America, c’è una leggenda indiana alle spalle che ha già dato da tempo una sua spiegazione. Secondo la leggenda, la fiamma è in realtà uno spirito indigeno: le tribù locali furono sterminate durante la colonizzazione europea della zona e così si ritiene che l’ultimo pellerossa in vita abbia acceso la fiamma per testimoniare la loro presenza, affinché il loro ricordo non andasse dimenticato.

Sfogliamo insieme la gallery per scoprire le altre curiosità relative a Chestnut Ridge.

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...