Chris Pratt, da nerd a sex symbol - Roba da Donne

Chris Pratt: storia di uno "sfigato" diventato sex symbol

Chris Pratt: storia di uno "sfigato" diventato sex symbol
Fonte: Instagram @ prattprattpratt
Foto 1 di 12
Ingrandisci

Da ragazzo era quello che, molto poco simpaticamente, sarebbe stato definito “lo sfigato” del gruppo. A dirlo è proprio lui, Chris Pratt, diventato oggi uno degli attori simbolo della nuova generazione, nonché il secondo uomo più sexy eletto da People nel 2014.

Davvero niente male, per uno che era stato “rimbalzato” ai provini sia per il ruolo del capitano James Tiberius Kirk in Star Trek di J. J. Abrams che per quello di Jake Sully in Avatar di James Cameron, che ha dovuto perdere 30 kg per essere accettato nel film L’arte di vincere, dove ha interpretato un giocatore di baseball, e altri 27 per entrare nei panni del suo personaggio attualmente più famoso, quel supereroe Star-Lord protagonista de I Guardiani della galassia e presente anche in Avengers- Endgame.

Dimagrire e ingrassare per esigenze di copione sembra non essere un problema per gli attori di Hollywood. Ma all’attore americano è accaduta una cosa un po’ diversa: dopo il suo dimagrimento e il suo irrobustimento muscolare, i ruoli che gli sono stati offerti sono un po’ cambiati. Tanto da esser passato dai ruoli di caratterista – che richiedono solitamente un grande talento ma non necessariamente particolari doti fisiche – a quelli di sex symbol come i supereroi. Il che significa comunque passare dall’essere un comprimario all’essere il protagonista.

Le trasformazioni estreme di Christian Bale, la star che sfida il suo corpo

Anche se la sua carriera, e la sua fisicità, sono cambiate, Chris continua tuttora a sentirsi più vicino al mood del nerd, come ha dichiarato in un’intervista a Stile :

Prima interpretavo l’idiota, ma sono stato molto fortunato a uscire da quel cerchio. Il mio cambiamento fisico di sicuro mi ha aiutato. Quello e il fatto di tenere sempre un profilo basso nello showbusiness. Dentro però somiglio ancora a un nerd, non voglio perdere parte di quell’identità.

Insomma, Chris è proprio l’esempio di una persona che non ha dimenticato le sue “origini”, se così si possono definire; e anche se oggi vanta una stella sulla Walk of fame, a Hollywood, ricevuta nel 2017 in concomitanza con l’uscita del secondo capitolo de I Guardiani della galassia, e gode dell’ammirazione di milioni di donne in tutto il mondo, a quanto pare è sempre rimasto lo stesso ragazzo di un tempo.

Sfogliate la gallery per scoprire altro su Chris Pratt.

Articolo originale pubblicato il 19 Giugno 2018