Ursula Corbero oltre La Casa di Carta - Roba da Donne

Chi è, nella vita reale, Úrsula Corberó, la Tokyo de "La casa di carta"

Chi è, nella vita reale, Úrsula Corberó, la Tokyo de "La casa di carta"
Foto 1 di 10
Ingrandisci

“La grande battaglia delle donne è che forse abbiamo bisogno di qualcosa per livellare la società un po’ di più perché possa essere egualitaria. È così che la penso. A volte sento la gente dire: «È che tutti esagerano col femminismo» e io penso che sia necessario perché la società è stata diseguale per così tanto tempo che è necessario esagerare un po’.”

Non sono le parole di una politica o di un’attivista, ma quelle di un’attrice. E che attrice: Ursula Corbero, che ne La Casa di Carta interpreta Tokyo e che ha rilasciato nel 2018 un’intervista a Mujer Hoy in cui dice proprio questo: il femminismo è necessario, è necessario essere dalla parte delle donne, è necessario che la società sia paritaria. L’artista si ritiene infatti una femminista, un po’ come il personaggio che interpreta nella serie televisiva targata Netflix.

Mi emoziono sempre – ha raccontato Ursula Corbero in un’intervista al Corriere della Sera – quando le donne mi fermano per strada e mi dicono: «Il momento in cui entri nella Zecca spagnola in sella a una moto… Wow, è il girl power!». Noi attrici ci motiviamo molto a interpretare questo tipo di personaggi, che non vengono rappresentati così spesso. Mi dà una grande soddisfazione.

La Casa di Carta: l'amore del Professore e altri attori nella vita reale
12

E forse Ursula, com’è oggi, deve molto a sua madre, che l’ha sostenuta da sempre nella carriera, fin da quando, a 6 anni, decise che nella vita avrebbe fatto l’attrice. La accompagnava ai casting, con l’autostop perché non aveva la patente e la famiglia abitava a ben 62 chilometri da Barcellona. La mamma di Ursula Corbero è stata una pescivendola ed esortò Ursula Corbero a realizzare il suo sogno, un po’ come lei, a sua volta è stata una “donna contro”, perché ha combattuto contro i pregiudizi di genere nella società.

Rimase incinta di mia sorella a 17 anni – racconta in un post su Instagram Corbero della madre, che ebbe una relazione con un altro uomo prima di conoscere l’attuale marito – Nel momento in cui si cominciò a vedere la pancia diventò la piaga del quartiere: restò senza amici e, pur essendo una studentessa brillante, fu cacciata da scuola perché era ritenuta un cattivo esempio. Ma era felice lo stesso.

Sfogliamo insieme la gallery per scoprire la carriera e la vita privata di Ursula Corbero oltre La Casa di Carta.

Articolo originale pubblicato il 24 Luglio 2020