Boobplate, perché le armature da donna con il seno sono una bugia sexy e rischiosa

Boobplate, perché le armature da donna con il seno sono una bugia sexy e rischiosa
Fonte: Xena principessa guerriera
Foto 1 di 15
Ingrandisci

A volte la fantasia è davvero fantasia. Nelle opere fictional come fumetti, cinecomics, romanzi fantasy – magari illustrati – non vi saranno sfuggite le peculiari corazze indossate dalle donne, i cosiddetti boobplate, che hanno forgiata nella scocca della corazza la forma del seno. Sono sexy, dobbiamo ammetterlo, perché, per esempio nei film, valorizzano le forme delle bellissime attrici che lo indossano. Ma in realtà si tratta di qualcosa decisamente ai confini della realtà. In altre parole, nessuna donna potrebbe mai combattere con un boobplate addosso.

Come spiega il sito Cercatori di Atlantide, il boobplate non è un’armatura, ma una corazza. L’armatura è quella che copre l’intero corpo, mentre la corazza protegge i punti vitali, come quelli che si trovano in corrispondenza dello sterno. La protezione avviene in due sensi: la corazza permette ai corpi contundenti di rimbalzare e protegge anche dalle armi da taglio, in particolare nei pressi delle parti molli dell’organismo. In altre parole, le stunt – se non fossero tanto brave – rischierebbero davvero molto sul set, perché i boobplate non proteggono assolutamente, neppure nelle battaglie scritte sui copioni: si può incorrere in fratture e perfino nel perforamento di un polmone, nel caso ci si rompa una costola. Certo, le produzioni cinematografiche avvengono in sicurezza, ma non è che non sia mai accaduta una tragedia sul set. Esattamente come attesta su Kotaku Ryan, alias Jabberwock (come il personaggio di Lewis Carroll nella saga di Alice), che è un produttore di armature e questo è quello che ha detto di un boobplate realizzato per una ragazza:

La nascita di un'eroina: 8 cose da sapere su Captain Marvel
9

Sono costantemente preoccupato che possa cadere duramente e spezzarsi lo sterno, anche con l’imbottitura. […] sembra quasi sia perfettamente progettato per guidare la punta della spada le frecce nel suo cuore. […] Tuttavia, la fa sentire sexy e tosta allo stesso tempo. Anche questo è importante.

C’è chi sostiene che i boobplate siano giustificabili con il fatto che le donne prosperose potrebbero sentirsi costrette in una corazza “standard”, ma in realtà esistono altre soluzioni che sono più semplici e più comode. Per esempio ci sono i binder, che sono una sorta di canotte che trattengono il seno senza schiacciarlo e senza la necessità di fasciarlo (quest’ultima ipotesi sì che farebbe male al seno). Siamo sincere: tale modello di corazza è frutto solo della fantasia di fumettisti e commediografi, non avendo in realtà alcuna pratica utile per un vero combattimento ed essendo, anzi, controproducente. Sono dunque solo un accessorio sexy dall’aria “antica”, il quale può essere ottimale per un cosplay, ma assai pericoloso da indossare in un duello, anche se simulato.

Abbiamo così raccolto in una gallery diversi modelli di boobplate, ma anche di corazze e protezioni più tradizionali – come quella di Giovanna d’Arco – e di soluzioni meno dannose della salute per le eroine di film e telefilm.