logo
Galleria: Le battaglie di Zainab, che si disegna nuda e per questo non può uscire di casa

Le battaglie di Zainab, che si disegna nuda e per questo non può uscire di casa

Le battaglie di Zainab, che si disegna nuda e per questo non può uscire di casa
Foto 1 di 11
x

Zainab Fasiki, ventiquattro anni e una laurea in ingegneria meccanica all’università di Casablanca, è un’illustratrice e disegnatrice marocchina. Abbandonata la professione ingegneristica, ha deciso di dedicarsi interamente alla battaglia contro le discriminazioni di genere nel mondo arabo, grazie a disegni che affrontano con coraggio diversi tabù del mondo arabo (e non solo), tra cui la nudità.

Fortemente discriminata fin da bambina per il suo sesso e per il desiderio di emanciparsi dal ruolo esclusivamente casalingo che la società le imponeva, oggi Zainab è una delle poche fumettiste donne riconosciute nel mondo arabo tanto da essere entrata, nel 2015, nella rivista indipendente marocchina Skefkef, che tratta tematiche legate alla libertà individuale. Zainab pubblica gran parte delle sue illustrazioni sul suo canale Instagram e Facebook dove può raggiungere un ampissimo bacino di utenza che la supporta e condivide le sue creazioni.

Ero sempre nella mia camera a disegnare da sola e disegnavo me stessa nuda – ha raccontato in un’intervista a Vanity Fair – Da lì è partito tutto, la mia forma di resistenza perché la nudità nei paesi islamici è un grosso tabù.

Proprio per le sue opere, però, Zainab si trova a vivere quasi da reclusa in casa, in quanto i rischi sarebbero troppi e, come racconta sempre Vanity, la rete veicola sì i suoi lavori, ma le attira addosso anche l’odio di chi non li vede di buon occhio e che vorrebbe le donne sempre “nascoste in attesa dell’uomo della vita”.

Femminismo vuol dire uguale salario per uguale lavoro

Tramite le sue vignette Zainab denuncia situazioni in cui le donne sono ancora sottoposte a pratiche di mutilazioni genitali e matrimoni combinati, afflitta da uno scarso accesso all’istruzione e poca tutela in caso di violenze. Seppure possano sembrare situazioni riguardanti solo il mondo arabo, in realtà le battaglie combattute da Zainab interessano le donne di tutto il mondo, perché certi meccanismi sono purtroppo molto diffusi anche in Occidente, come le discriminazioni sui luoghi di lavoro, la ricerca di una bellezza sempre perfetta e la “condanna alla vittima” ogniqualvolta che una donna subisce un abuso.

Per conoscere meglio i lavori di Zainab sfogliate la gallery in alto.