*** Aggiornamento del 23 luglio 2021 ***

Un lungo, commosso e doloroso addio scritto con parole molto toccanti in un post su Instagram. L’attrice Alessandra Mastronardi ha scelto il social per annunciare la scomparsa della cugina, Valentina De Icco, morta a soli 32 anni dopo aver lottato fin dall’adolescenza con la sclerodermia, una rara malattia autoimmune del tessuto connettivo che interessa cute, sistema vascolare e gli organi interni, in particolare esofago, tratto gastroenterico, polmoni, cuore e reni.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Alessandra Mastronardi (@lamastronardi)

E quindi noi adesso senza di te cosa dovremmo fare? – scrive Alessandra, mostrando una foto in bianco e nero di spalle e una della cugina da bambina – Tu ora sei libera, tu ora puoi correre felice senza sentire la fatica, tu ora puoi sorridere senza sentirti in imbarazzo, tu ora puoi viaggiare oltre i confini, tu ora puoi tutto! E noi? Che dovremmo fare noi? Che restiamo qui, abbandonati, con questo vuoto che hai lasciato, freddo, improvviso, devastante.
Dovremmo imparare dal tuo esempio, dovremmo godere di ogni attimo della vita, per te. Dovremmo ridere più forte così da farci sentire da te, dovremmo sognare più forte i sogni che non vivrai tu. Dovremmo amare più forte, ballare per te, guardare il mondo e viverlo tutto, per te.
Non oggi però, sangue mio, guerriera della nostra famiglia, perdonami.
Lo faremo, te lo prometto, ma oggi il freddo nelle ossa è più forte di tutto.

Che la tua immagine resti impressa per sempre in questo universo tecnologico che forse, in qualche strano modo, vince anche la morte.
A te.

Alessandra Mastronardi è nota al grande pubblico soprattutto per aver interpretato Eva ne I Cesaroni e Alice Allevi ne L’Allieva. Ma stiamo parlando di un’attrice che, oltre a queste interpretazioni nazionalpopolari, è riuscita a maturare una grande esperienza internazionale ed essere anche madrina della Mostra del Cinema, come vi raccontiamo nell’articolo originale qui sotto.

*** Articolo originale ***

In bianco, con una tuta firmata Giorgio Armani dallo scollo profondo, e a piedi nudi. Alessandra Mastronardi ha scelto un look che rispecchiasse la sua semplicità e genuinità per il photocall sulla spiaggia del Lido di Venezia, rito che spetta a ogni madrina della Mostra del Cinema.

Quest’anno l’onore (e l’onere) di inaugurare la kermesse cinematografica è spettato proprio a lei, che, dopo aver smesso la jumpsuit ha indossato uno scintillante Armani Privé per tenere il discorso di apertura.

Appena ho realizzato che sarei stata la madrina di Venezia ho subito avuto un tuffo al cuore e ho capito che sarebbe stata la mia prima volta su un palco così importante – ha detto l’attrice napoletana – E dopo aver fatto pace o quasi con gioia e terrore, entusiasmo e ansia ho riflettuto su due parole nella vita di ciascuno: prima volta. La nostra vita è un susseguirsi di prime volte come la prima che incontriamo l’amore o saliamo su un sellino di bicicletta.

Tra le prime volte che non dimenticheremo c’è sicuramente la prima volta al cinema, voi ve la ricordate? La prima volta in sala è la magia che in un attimo accade, che sia in un piccolo cinema di paese o un multiplex la sala diventa un dirigibile capace di portarci in un passato in bianco e nero o futuro difficile da immaginare.

Chiara, Fedez e non solo, gli outfit della Famiglia Ferragni al Festival di Venezia

Con i dovuti distinguo, Alessandra Mastronardi potrebbe essere la nuova Valeria Golino, dato che è riuscita, in barba alla sua relativamente giovane età, a prendere parte a diverse produzioni di respiro internazionale, in particolare il film To Rome with Love di Woody Allen e la serie tv Netflix Master of None. La sua ultima interpretazione, per il momento, è con un regista italiano molto interessante, Volfango De Blasi, che l’ha voluta per la sua ultima opera L’agenzia dei bugiardi.

I personaggi femminili di Alessandra Mastronardi sono eclettici e variegati ed esprimono facce diverse dell’essere donna. Questo le ha dato la possibilità, nel tempo, di poter raccontare in diverse interviste, il suo punto di vista sulla storia del femminismo, sui cliché dell’essere donna e anche sulla sua storia personale – all’interno della quale c’è un buffo aneddoto che riguarda proprio la sua collaborazione con il regista newyorkese.

Sfogliamo insieme la gallery per scoprire le dichiarazioni di Alessandra Mastronardi e la sua carriera.

Il toccante addio di Alessandra Mastronardi alla cugina, morta a 32 anni
Fonte: Instagram @ lamastronardi | Elle
Foto 1 di 18
Ingrandisci

Articolo originale pubblicato il 6 Agosto 2019

  • Festival del Cinema di Venezia