logo
Galleria: 8 motivi per cui tutti stanno parlando di Maniac

8 motivi per cui tutti stanno parlando di Maniac

8 motivi per cui tutti stanno parlando di Maniac
Foto 1 di 9
x

Maniac è una delle serie più in voga del momento. Presentato in pompa magna da Netflix in questi mesi – news e trailer hanno ovviamente fatto andare la hype alle stelle – mostra il sottotitolo italiano Tra fantasia e realtà – sì, noi italiani dovremmo vincere un premio per il modo in cui riusciamo a peggiorare i titoli di romanzi/film/serie televisive.

La storia: Maniac prende le mosse da due persone “perdute”, per diverse ragioni. Annie è una tossicodipendente con vari problemi famigliari. Owen è affetto da schizofrenia paraonoide – dettaglio su cui si torna più volte nel corso della serie – ed è costretto dalla famiglia a prestare falsa testimonianza a favore del fratello in un processo per molestie e violenza sessuale che ci sarà di lì a poco. Ma l’esperimento scientifico di un’azienda farmaceutica cambia tutto.

La vera storia del carcere di Piper Kerman, che ha scritto Orange is the New Black

La vera storia del carcere di Piper Kerman, che ha scritto Orange is the New Black

Annie e Owen entrano nel progetto in modi molto diversi, ma fin dall’inizio si comprende che i due sono destinati a un percorso insieme. Lo capiscono pure gli scienziati, che provano a dividerli, temendo che questa vicinanza possa nuocere al progetto. Naturalmente, il primo livello di lettura di Maniac si concentra sul valore dell’amicizia e sulla sua forza. Per scoprire tutti gli altri vi consigliamo di vederlo. Ma intanto leggete con noi i punti di forza della serie. Che ha un solo difetto, come rimarca Cosmopolitan: è una miniserie, quindi non ci sarà una seconda stagione.