logo
Stai leggendo: Lei Perde la Memoria, Lui le Legge Tutti i Giorni il Diario del Loro Amore

Lei Perde la Memoria, Lui le Legge Tutti i Giorni il Diario del Loro Amore

A Rochester, vicino New York, un uomo di 90 anni legge quotidianamente alla moglie malata il diario del loro amore. Una splendida testimonianza di sentimento, "in salute e in malattia".
Foto: Web
Foto: Twitter

Avete mai guardato 50 volte il primo bacio? Se non l’avete fatto, ve lo consiglio. Il film diretto da Peter Segal risale al 2004 e racconta di Henry (impersonato da Adam Sandler) rubacuori innamorato di Lucy (Drew Barrymore), insegnate d’arte che soffre di un disturbo cerebrale che le impedisce di ricordare i fatti più recenti. Questa è una storia d’amore inventata che colpisce al cuore per l’assoluta semplicità. Ma nella realtà esistono testimonianze altrettanto romantiche… Se non addirittura di più. Come quella di Jack e Phillys Potter, novantenni americani che da settant’anni vivono un amore così intenso da sembrare quasi loro stessi gli interpreti di uno splendido film. La protagonista di questa splendida storia d’amore si chiama Phillys, ha novant’anni e soffre di demenza senile. Una malattia degenerativa combattuta a suon d’amore, come quella mostrata in questo video:

Inevitabilmente fatica a ricordare parte della sua vita, molti episodi che ha vissuto con il marito e le infinite esperienze quotidiane che hanno condiviso insieme in tutti questi anni di matrimonio. Il protagonista, invece, si chiama Jack e ha anche lui novant’anni. Al contrario della moglie però, lui è assolutamente lucido e ricorda con chiarezza tutti gli anni trascorsi accanto alla sua amata Phillys. La demenza senile, purtroppo, ha inciso pesantemente sulla vita di Phillys, tanto che la donna attualmente spesso fatica a riconoscere il proprio sposo. Ma Jack non si è mai dato per vinto, non si è lasciato abbattere dalle difficoltà. Si è concentrato sul grande amore che da sempre lo lega alla moglie attivandosi in tutti modi per aiutarla a ricordare. Come?

Leggendo per lei un diario. Ma non uno scritto qualunque, bensì l’insieme di parole che la stessa Phillys ha riportato negli anni. Frasi dolcissime che racchiudono anni e anni di esistenza trascorsa insieme. Versi che svelano il senso del matrimonio, della famiglia. Uno specchio della felicità, delle inevitabili sofferenze e delle difficoltà che i due amati hanno vissuto insieme.

Una storia, quella di Jack e Philly, nata ben 70 anni fa, il 04 ottobre 1941. I due innamorati si conobbero, infatti, ad un ballo durante la Seconda Guerra Mondiale e da allora non si sono mai lasciati. Prima di ammalarsi di demenza senile, Phillys aveva l’abitudine di tenere un diario, una memoria scritta sulla quale poter appuntare i momenti più importanti della loro relazione. E proprio a questo si è affidato Jack per cercare di far ricordare alla moglie qualche dolce aneddoto.

E quindi, Jack Potter ogni giorno si reca nella casa di riposo dove Phyllis è ricoverata. La abbraccia teneramente e le racconta quotidianamente un pezzettino della storia della vita che hanno trascorso insieme. Legge i passi del diario nel quale viene raccontato il loro fidanzamento, ma anche il primo bacio, il matrimonio, i viaggi insieme e la nascita dei figli.

Chi di noi non sognerebbe un legame così duraturo, in grado di sfidare il tempo, la vecchiaia e addirittura la malattia? Una persona accanto in grado di amarci, di dare importanza a qualsiasi dettaglio vissuto insieme? Il bello della storia di Jack e Phillys è che è assolutamente autentica. Non è un film. Ma la testimonianza di un amore splendido, che potremmo vivere anche noi.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...