logo
Stai leggendo: Parli col Cane? Ecco Come Riescono a Capire le nostre Parole

Parli col Cane? Ecco Come Riescono a Capire le nostre Parole

I cani capiscono le nostre parole e ora è uno studio scientifico a confermarlo: ecco quali sono le evoluzioni dell'animale domestico che da anni è il più vicino all'uomo.
(foto: Web)
(foto: Web)

L’abbiamo sempre sospettato, ma ora, uno studio della University of Sussex, pubblicato dal Current Biology, lo conferma: i cani sono in grado di ascoltarci e di capirci.

Attraverso uno studio di oltre 250 cani, il team di ricerca capitanato da Victoria Ratcliffe e David Reby ha scoperto che i cani usano, proprio come noi umani, diverse parti del cervello per elaborare le parole, cercando di captarne anche l’emozionalità e l’intonazione.

La Ratcliff spiega:

“Anche se non possiamo dire in che misura essi comprendono la complessità del contenuto verbale, il nostro studio suggerisce che i cani prestano attenzione a queste informazioni del linguaggio umano e percepiscono il contenuto in modo simile alla percezione umana. Vogliamo verificare se i cani mostrano queste somiglianze con gli esseri umani, perché sono stati selezionati per rispondere ai comandi verbali umani durante l’addomesticamento”

Gli esseri umani utilizzano principalmente l’emisfero sinistro per elaborare il contenuto verbale della parola e quello destro per capire le caratteristiche della voce e il contenuto emotivo, e così anche i nostri amici canini.
Quindi, se vi sembra che il vostro cane capisca quello che state dicendo è scientificamente provato che sia davvero così.

In uno degli esperimenti gli psicologi hanno utilizzato un sintetizzatore vocale, in modo che la voce non tradisse alcuna emozione.
Quando ai cani venivano dati comandi come “Siediti!”, la maggior parte girava la testa verso destra, dimostrando un’attenzione maggiore verso le parole e meno sull’emozione. Quando il comando era più emotivo e in una lingua straniera, sconosciuta al cane, oppure con una differente grammatica, i cani giravano la testa verso sinistra, segno che la decifrazione era tutta sul lato emotivo.

I neuroni canini reagiscono quindi al linguaggio umano in modo molto simile ai nostri, forse perchè il cervello dei cani si è evoluto negli anni durante la domesticazione.
Per questo, ancora di più, dobbiamo essere in grado di parlare ai nostri amici a 4zampe in modo verbale e anche emozionale.