logo
Stai leggendo: 5 Cose Che Forse Non Sapevi Sul Tuo “Lato B”

5 Cose Che Forse Non Sapevi Sul Tuo "Lato B"

Per quanto tutti ne siano forniti, chi con una dotazione più abbondante e chi più misera, esistono delle cose sul lato b che nessuno (o quasi nessuno) conosce. A prescindere dalla dimensione del di dietro di cui si è in possesso alcune informazioni sul suo conto ci sono sfuggite e non possiamo assolutamente continuare a restarne all'oscuro!
(Foto: Web)
(Foto: Web)

C’è chi lo vorrebbe un po’ più piccolo, chi invece lo vorrebbe più sodo, chi lo desidererebbe più grosso.

C’è chi ce l’ha così famoso da assicurarselo e chi invece ce l’ha così grosso da riuscire in tutto quello che fa! Avete capito di cosa sto parlando?

Ma naturalmente…rullo di tamburi…del cu..fondoschiena!

Croce e delizia di ogni donna, il lato B è una parte del corpo femminile che attira su di sé una certa attenzione, seppur stia nel retro bottega e quindi non sia sempre in bella vista, a meno che non si abbia l’abitudine di camminare in retromarcia.

Gli uomini lo sbirciano con nonchalance, di sottecchi. Parlo di quelli più cortesi. Non di quel gruppo di personaggi dal tatto di un comodino che appena vedono due chiappe gli sale l’ingrifamento e cominciano a fischiare, manco fossero dei vigili, o, se automuniti, a strombazzare come se fossero accodati ad un corteo nuziale.

Le donne, anche. Guardano quello delle altre. Ne prendono le misure con un centimetro invisibile e lo confrontano con il proprio con soddisfazione o disappunto (leggersi frustrazione) a seconda se l’esito del confronto vede il loro sedere vincere o perdere la gara.

Comunque, giusto per concludere il concetto con un’ovvietà, tutti ce l’hanno e alla fine della fiera ci si siedono sopra.

Ma dire ovvietà non era lo scopo dell’articolo! Anzi, proprio il contrario.

Il proposito di questo pezzo è quello di addentrarsi nei fatti relativi al lato B che nessuno conosce!

Quali sono? Eccoli qui:

1. Avere un sedere grosso è sano

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Sto già sentendo stappare le bottiglie di spumante da chi ha un didietro, per così dire, ‘abbondante’, alla Kim Kardashian.

Spesso si tende a credere che il grasso corporeo non sia sano. Questo è vero nel caso di accumulo di adipe sulla pancia e sui fianchi, perché può provocare malattie come il diabete o problemi cardiaci.

Al contrario, chi tende ad accumulare grasso sul sedere sarà meno propenso a soffrire di queste stesse malattie.

2. ‘Twerk’ non è una parola

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Bisogna ringraziare Miley Cyrus e le sue esibizioni che fanno gridare sempre più allo scandalo se la parola ‘Twerk‘ è diventata così popolare.

‘Twerk’ indica, per chi non vivesse nel mondo contemporaneo, quella sorta di balletto ‘provocante’ in cui il sedere viene agitato e scosso come in preda a convulsioni, limitate, però, solo a quella parte del corpo.

Fatto sta che nonostante il termine ‘Twerk’ sia ormai sul sedere, pardon, bocca di tutti, non è una parola.

Infatti il dizionario inglese Oxford tra i suoi lemmi non riporta questa voce.

Ci spiace Miley, ritenta, sarai più fortunata!

3. I glutei sono i muscoli più forti del corpo

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Ma ve lo immaginavate che le il nostro sedere è uno dei muscoli più forti del nostro corpo?

Al massimo si poteva pensare che aveva una gran pazienza per sopportare ogni giorno di essere utilizzato come morbido atterraggio quando ci si siede.

Provateci voi a stare appoggiati ad uno sgabello per ore. Non è mica facile!

I glutei sono così forti perché connessi a moltissime ossa e perché sono responsabili dei movimenti di anche e cosce.

Quindi, in sostanza, ogni volta che ci alziamo da una sedia o facciamo le scale lo dobbiamo al nostro fondoschiena.

4. Le protesi e il lifting al sedere sono delle operazioni molto popolari

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Altro che ore e ore ad ammazzarsi di fatica in palestra per cercare di rassodare e di alzare di qualche centimetro il sederino.

Ormai sono sempre di più le persone che si rivolgono al chirurgo plastico e decidono di andare sotto ai ferri per un di dietro nuovo di zecca e non stiamo parlando solo di celebrità.

Basti pensare che negli Stati Uniti le richieste di protesi ai glutei sono state quasi 1150 mentre i lifting più di 4000. Alla faccia!

5. Le sculacciate sono diventate una forma di erotismo

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Forse lasciarsi schiaffeggiare il lato b dal proprio partner nei momenti di intimità non è una novità, ma dopo lo sdoganamento del bondage e di tutte le pratiche sadomaso ad opera di 50 sfumature di grigio possiamo dire con una certa sicurezza che le coppie stanno sperimentando una nuova intimità, più spinta e audace.

A tal punto che è stato coniato un termine che indica la ‘malattia’ che porta a provare piacere quando si è sculacciati: la Spankophilia, da spanking (letteralmente ‘sculacciamento’).

Nessun bigottismo, il meccanismo che porta all’eccitamento a seguito di uno schiaffo sul lato b è dovuto alle endorfine che vengono rilasciate dal corpo ogni qual volta si prova dolore, nel tentativo di diminuirne la percezione.

Per questo quando il dolore arriva in un momento di alta carica erotica, le endorfine fanno sì che il piacere aumenti e di conseguenza che se ne voglia sempre di più!