logo
Stai leggendo: Giappone: gli ortaggi mutanti dopo Fukushima

Giappone: gli ortaggi mutanti dopo Fukushima

Un' impressionante galleria di fotografie degli ortaggi deformati dalle radiazioni di Fukushima dopo il disastro del 2011.
(foto:Web)
(foto:Web)

Il più grande disastro nucleare della storia, dopo quello di Chernobyl nel 1986, è sicuramente l’incidente della centrale di Fukushima avvenuto nel 2011 dopo un terremoto di magnitudo 8.9 e successivo tsunami.

Una catastrofe naturale che ha ucciso 18.500 persone, nessuna deceduta durante l’incidente della centrale. Vicino ad essa sono stati rivelati alti livelli di radiazioni e i funzionari hanno scoperto che vi era una quantità di stronzio90 30 volte superiore rispetto allo standard base per la sicurezza. Il rilascio di materiali radioattivi è avvenuto a causa dei crolli che hanno travolto la centrale nucleare dopo il terremoto. Non son stati fortunatamente rilevati particolari correlazioni con l’aumento di cancro.

Molti però gli effetti devastanti sull’ambiente. Già l’anno scorso si era scoperta l’esistenza di farfalle mutanti. Due mesi dopo il disastro furono raccolte 144 farfalle particolarmente comuni in Giappone e hanno riscontrato che il 12% di esse portavano anomalie e mutazioni.

Lo stesso è successo agli ortaggi, che hanno assunto forme davvero bizzarre.

(foto:Web)
(foto:Web)

(foto:Web)
(foto:Web)

fushitre
(foto:Web)

fushiquattro
(foto:Web)

fushicinque
(foto:Web)

(foto:Web)
(foto:Web)

fushisette
(foto:Web)

fushiotto
(foto:Web)

(foto:Web)
(foto:Web)

fushidieci
(foto:Web)

fushiundici
(foto:Web)

fushidodici
(foto:Web)

(foto:Web)
(foto:Web)

fushiquattordici
(foto:Web)

fushiquindici
(foto:Web)

fushisedici
(foto:Web)

 

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...