Mackenzie Foy era un volto molto conosciuto tra i fan della Twilight Saga: fu infatti l’attrice bambina che interpretò Renesmee, la figlia di Bella ed Edward, per metà umana e per metà vampira. La sua peculiarità era il fatto che il tempo per Renesmee non scorreva come per i comuni mortali, ma molto più velocemente, tanto che nel capitolo finale della saga (Breaking Dawn – Parte 2) al pubblico appare con le fattezze di una preadolescente, anche se è, tecnicamente, poco più che una neonata.

Ma che fine ha fatto Mackenzie Foy? Diciamo che tra le attrici che hanno iniziato a lavorare molto giovani, la sua non è stata una carriera da iperpresenzialista. Non ne conosciamo le ragioni, anche sul suo profilo Instagram l’artista è molto riservata, ma possiamo solo sapere con certezza che i progetti intrapresi da Mackenzie sono stati tutti vincenti.

Da alcuni anni infatti l’attrice è stata nel cast di alcune prestigiose produzioni Disney e anzi sembra essere particolarmente legata al colosso per l’intrattenimento, tanto che il suo 18esimo compleanno Mackenzie l’ha festeggiato a Disney World.

Robert Pattinson, non solo un vampiro: da Harry Potter a Twilight e oltre
11

Come spesso accade, il suo esordio sotto i riflettori è piuttosto precoce: ha infatti cominciato a posare e sfilare a 3 anni, partecipando a diverse campagne, sia di moda (per esempio per Ralph Lauren e Guess) sia pubblicitarie (dalla Disney a Barbie). A 7 anni inizia a recitare, ma il primo ruolo arriva nel 2010 con la partecipazione a una puntata della serie Til’ Death.

Da lì inizia la gavetta, fino al ruolo di Renesmee che la impone al grande pubblico e le permette di spiccare il volo e di scegliere i progetti più interessanti.

Fa poca, pochissima televisione, in compenso è apparsa in attesissimi film d’essai (come Interstellar) e continua a sfilare e posare per importanti case di moda, esattamente come faceva fin da bambina. Infine, Mackenzie Foy sembra avere una profonda amicizia con la collega Joey King (la protagonista di The Kissing Booth e Slender Man): le due si sono conosciute sul set de L’evocazione – The Conjuring, film horror ispirato a una storia vera.

In particolare, proprio per il suo ruolo in Interstellar Foy ha vinto, nel 2015, un Saturn Award. In quella pellicola ha interpretato Murph, figlia dello scienziato Joseph Cooper che ha intrapreso un viaggio nello spazio alla ricerca di soluzioni per salvare il pianeta e che le ha promesso di tornare. Nel 2012 c’è però da dire che ha vinto due Razzie per Breaking Dawn – Parte 2. Per questi due film ha ricevuto diverse candidature, tra cui agli Young Artist Awards o ai Teen Choice Awards.

Ha anche prestato la voce alla protagonista de Il Piccolo Principe, una ragazzina che stringe amicizia con un anziano vicino di casa, nella cornice che dà il via alla storia. L’ultimo suo ruolo sul grande schermo è nel film Black Beauty – Autobiografia di un cavallo, un adattamento dal romanzo omonimo di Anna Sewell. Da quel momento Foy sembra aver deciso di ritagliarsi un po’ di tempo per sé, e i fan la possono seguire attraverso i social, dove pubblica spesso foto con i suoi cavalli o i suoi cani, sue grandissime passioni.

Articolo originale pubblicato il 2 Novembre 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!