Una vita tutta in rosa, o almeno così pare avviarsi. È notizia di qualche giorno fa che Shinzo Abe, il nuovo premier del Giappone, abbia intrapreso importanti modifiche strutturali che consentiranno di agevolare la vita delle donne e sostenerle nel mondo del lavoro.

L’obiettivo che si propone il primo ministro è quello di incentivare la presenza femminile nelle posizioni manageriali delle società nipponiche, attraverso l’aumento delle quote rosa, assicurando nel contempo importanti sostegni per la crescita dei figli.

Una vera e propria svolta, se si considera che attualmente la percentuale di donne manager nell’isola nipponica è al di sotto del 10%, ben inferiore rispetto ad altri paesi asiatici come Indonedia, Cina, Vietnam, Malesia e Tailandia. Secondo un’indagine del OCSE, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, il Paese del Sol Levante ha ancora importanti passi da fare anche in relazione al sostegno alle famiglie.

Articolo originale pubblicato il 29 Maggio 2013

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!