logo
Stai leggendo: La blogger che non si depila: “Voglio essere di ispirazione per le altre donne”

La blogger che non si depila: "Voglio essere di ispirazione per le altre donne"

La fitness blogger Morgan sostiene la sua scelta di non depilarsi: "Voglio ispirare le altre persone -dice- anche un corpo peloso può essere bello".

Non sto cercando di convincere gli altri a smettere di depilarsi i peli di gambe e ascelle, ma voglio ispirarli, e far capire loro di fare ciò che li fa sentire più a proprio agio con se stessi.

Morgan Mikenas è una bellissima fitness blogger che, stanca della schiavitù di gambe e ascelle perfettamente lisce, dall’inizio del 2016 ha deciso di abbandonare il rasoio in favore di un look totalmente naturale. I peli, quindi, crescono spontaneamente sul suo corpo, e lei afferma di sentirsi perfettamente a proprio agio così. Certo Morgan non è la prima, soprattutto negli ultimi anni abbiamo visto un deciso ritorno al look non depilato, come se, all’aumentare del numero di uomini che scelgono di sfoggiare un corpo completamente glabro, corrispondesse un’altrettanta percentuale di donne che invece si è ribellata, liberandosi dal “giogo” di ceretta e creme depilatorie.

Fra le tante foto di Morgan sul suo profilo Instagram, che vanta tantissimi followers, la gran parte è ovviamente dedicata al suo lavoro, ossia ai consigli di bellezza e per mantenere la forma fisica, ma sono molte anche le immagini che promuovono la bellezza naturale, e dove compaiono in bella vista i peli delle sue gambe e delle sue ascelle.

Non c’è niente di più raro, di più bello, di una donna che senza scuse vuol essere se stessa; comoda nella sua perfetta imperfezione. Per me, questa è la vera essenza della bellezza.

scrive Morgan nel post citando una frase dello scrittore Steve Maraboli.

Non solo la donna, ma proprio tutti! Immaginate se tutti avessero appena deciso che oggi è il giorno in cui vogliono amarsi ed essere se stessi. Accettate e amate il vostro corpo e i vostri “difetti”, perché si sa che sono proprio quelli a fare ciò che siete. Se siete messi focalizzati a esservi fedeli sempre, fedeli a voi stessi in ogni momento, dovete essere meno preoccupati di ciò che pensano gli altri, vi porterà alla pace della mente. Quando non si ha nulla da nascondere e si può essere liberamente se stessi, c’è una profonda pace / fiducia che ispirerà gli altri.

La battaglia per la bellezza naturale libera dai pregiudizi e dalle convenzioni sociali per Morgan, che si occupa anche di bambini, lavorando in un asilo, è cominciata a scuola, quando aveva appena 12 anni: le compagne la prendevano in giro per via delle sue gambe pelose quando indossava gli short, e Morgan era così sconvolta, una volta, da correre a casa supplicando sua madre di depilarla. Crescendo, però, ha capito che non poteva e non doveva farsi condizionare dai giudizi, anche pesanti, degli altri, e che doveva piacere prima di tutto a se stessa, a prescindere da cosa la gente potesse dire o pensare di lei, perciò, un po’ per orgoglio e un po’ per lanciare un messaggio, dal 2016 Morgan ha accettato tranquillamente di vedere i peli crescere sul suo bellissimo corpo.

Ho visto bambini di 8 o 9 anni radersi le gambe. Capisci che a questi piccoli viene insegnato che è sbagliato che una donna abbia i peli, e io cerco di far capire loro che non è vero.

spiega, a proposito dei bambini di cui si occupa, e che è abituata a portare in piscina ogni venerdì.

Nelle intenzioni di Morgan, però, non c’è solo la volontà di far comprendere agli altri che non c’è proprio nulla di sbagliato nei peli su un corpo femminile, ma anche ragioni decisamente più semplici e meno “nobili”. Molto candidamente, infatti la ragazza spiega:

Credo che il motivo numero uno sia perché è veramente lungo e richiede troppo tempo mettersi sotto la doccia, radersi, poi lavarmi. Un giorno mi sono chiesta “Perché lo sto facendo? Ci vuole così tanto tempo!”, così ho deciso di lasciar crescere i peli da soli. Mi è piaciuto, la mia pelle era così morbida, quando ti depili diventa ruvida, spinosa, e così ho lasciato perdere la depilazione.

A distanza di due anni, Morgan continua la sua battaglia contro i preconcetti, postando numerose fotografie sul suo profilo Instagram ufficiale, in cui mostra orgogliosa i suoi peli.

In così tanti anni di educazione nessuno ci ha mai insegnato come amarci e perché sia così importante.
Ciò che crediamo diventa realtà. Se crediamo di non essere abbastanza, lasciamo che l’insicurezza entri nella nostra vita.

Tu sei abbastanza. Sei abbastanza forte per affrontare qualsiasi cosa la vita di getti addosso. Sei abbastanza intelligente da realizzare tutto ciò in cui sogni. Meriti rispetto e amore da te stesso e dagli altri… e se le persone non ti accettano per quello che sei, allora lasciali perdere.  Ci sarà sempre una persona che accetterà e apprezzerà ciò che sei.

Ha scritto la giovane blogger nella didascalia di quest’ultima fotografia spiegando ai suoi follower quanto sia importante amarsi prima ancora di essere amati da altri.

Visualizza questo post su Instagram

If culture shifted to a place where the youth could freely be themselves without fear of being ostracized, think of what that would mean for the way we view our own body image and self worth. Remember back to the time in our lives when we were sexually maturing, and imagine what it would’ve meant for us if we didn’t feel ashamed of the changes our body/self was going through, and we could be confident in the person we are becoming, without the fear of not being good enough in society’s eyes. By having a young person modify themselves to fit into a cultural standard at such a confusing time in their life, puts people into a position to be less accepting of themselves. I hope to create movement towards a new trend for the next generations, so that we won’t have any reason to feel ashamed of who we are as we mature through life. I beat myself up for not feeling good enough as a young girl(for things that shouldn’t of mattered), and I hope by spreading awareness of my own experience, I can help others prevent feeling like they have to hold themselves back from who they want to be/ who they are.💙Do what you want, and do what feels right for you. Don’t let anyone make you feel bad about who you are and the decisions you make. You are you, and being you is enough. I love you.💙#havenofear #beyou #iloveyou #namaste #gratitude #selflove #bodypositive #acceptance #weareone

Un post condiviso da Morgan Mikenas (@i_am_morgie) in data:

Se la cultura si spostasse in un luogo in cui i giovani possano liberamente essere se stessi, senza paura di essere ostracizzati, pensate a cosa significherebbe per il modo in cui consideriamo la nostra immagine fisica e il nostro valore personale – ha scritto inoltre la ragazza in un post datato agosto 2018, in cui mostra orgogliosa le gambe non depilate – […] Il fatto che un giovane si modifichi per inserirsi in uno standard culturale in un momento così confuso nella sua vita, lo mette nella posizione di essere meno incline ad accettare se stesso. Spero di creare un movimento verso una nuova tendenza per le prossime generazioni, in modo che non avremo motivo di vergognarci di chi siamo mentre maturiamo nella vita.

Insomma, Morgan ha certamente, dal suo punto di vista, unito l’utile al dilettevole! E voi che ne pensate della sua scelta?

Rating: 2.7/5. Su un totale di 3 voti.
Attendere prego...