logo
Stai leggendo: L’incredibile (e bella) storia di questa strana lettera

L'incredibile (e bella) storia di questa strana lettera

Nessun indirizzo postale. Solo pochi elementi impressi sulla busta. Riuscirà la "strana" lettera a giungere correttamente a destinazione?
La lettera senza indirizzo
Fonte: brightside.me

In un’epoca in cui la comunicazione ha assunto nuove forme, diventando più smart e veloce attraverso l’ausilio di nuovi strumenti, gli sms prima e i social network poi, stupisce non poco la modalità obsoleta e controcorrente adoperata sempre più spesso da alcune persone per mettersi in contatto con i propri cari: la lettera! Dalla lettera che una mamma che sta per morire dedica alla figlioletta, a quella scritta da un nonno in fin di vita, passando poi alle lettere che giungono direttamente dal passato, come la lettera ricevuta da una mamma dal figlio morto o quella di una sopravvissuta al disastro del Titanic, ecco la “strana” lettera che un turista russo ha deciso di scrivere per mettersi in contatto con una famiglia dell’Islanda nord occidentale.

Quante volte vi sarà capitato di dimenticare l’indirizzo del destinatario della vostra lettera? È accaduto anche al turista in questione, che però non si è lasciato scoraggiare! Ha infatti escogitato un metodo davvero innovativo che ha consentito al postino di recapitare correttamente e senza grosse difficoltà la sua lettera.

Armato di penna e di ottima memoria visiva, il turista – al posto del consueto indirizzo postale – ha disegnato una mappa sulla busta, fornendo dettagliate indicazioni sulle strade da percorrere per raggiungere la destinazione, una fattoria di Búðardalur, nei pressi del villaggio di Hvammsfjörður, evidenziata con un punto rosso.

Un’idea davvero originale non trovate?

La lettera senza indirizzo
Fonte: skessuhorn.is/

Queste le indicazioni impresse sulla busta:

Paese: Islanda

Città: Búðardalur

Destinatario: un allevamento di cavalli gestito da una coppia islandese/danese, con 3 bambini e un sacco di pecore!”

Inoltre, per essere sicuro che il postino consegnasse con successo la missiva, il turista ha fornito anche un’altra informazione:

La signora danese lavora in un supermercato a Búðardalur”.

Questi i pochi dati che il mittente della lettera, un turista che aveva soggiornato nell’azienda agricola della famiglia Ostenfeld, riusciva a ricordare. Ma a quanto pare più che sufficienti per portare a termine la mission impossible! Infatti contro ogni aspettativa, la lettera è giunta sorprendemente a destinazione! Chi l’avrebbe mai detto?

La lettera senza indirizzo
Fonte: brightside.me

Per tutta risposta la famiglia Ostenfeld ha deciso di inviare a sua volta una lettera, adottando il metodo oramai comprovato ed efficace sperimentato dall’uomo russo, ma con una variante: questa volta la busta recava, oltre all’indirizzo esatto, anche le immagini dei monumenti più famosi di Mosca!

Ha dell’incredibile pensare che nell’era della comunicazione digitale, la classica lettera possa essere un metodo forse meno celere, ma ugualmente valido ed efficace per comunicare con il resto del mondo e, soprattutto, scegliere di farlo mettendo nero su bianco i propri pensieri, è indubbiamente ancora oggi il modo migliore per dare voce in maniera intima e privata ai propri sentimenti!

Care amiche, a proposito di sorprese, vi siete mai chieste come reagiscono i papà quando stringono per la prima volta tra le braccia i loro piccoli? Vi consigliamo di non perdere assolutamente questa gallery con le reazioni di 22 papà che vedono per la prima volta il loro bambino!