Il mondo è pieno di lavori bizzarri, professioni assurde con le quali alcuni riescono persino a guadagnare abbastanza da non dedicarsi ad altro. È il caso di Dorothy Stein, massaggiatrice dalla tecnica particolare, che sta sempre più incontrando il favore delle star, soprattutto in campo musicale. E si sa, dalle consuetudini dei vip alle mode globali il passo è breve. Quindi prepariamoci amiche all’avvento di un nuovo rivoluzionario tipo di massaggio, o ancor meglio, di (m)assaggio, in quanto non sono le mani a procurare sollievo ai muscoli, bensì i morsi.

I primi a beneficiare delle tecniche professionali di Dorothy sono stati i Def Leppard durante un loro concerto, quanto lei aveva solo 15 anni e riuscì a guadagnarsi il biglietto a suon di morsi. La paternità del soprannome con cui la massaggiatrice è conosciuta nell’ambiente, Dr. Dot, è però da attribuire a Frank Zappa, uno dei responsabili del successo della donna, che dai backstage in cerca di concerti gratis è riuscita ora, a 48 anni, a crearsi una reputazione che le permette di chiedere persino 130 euro a seduta.

Fonte: web
Fonte: web

Le particolari doti e l’idea di sostituire le mani con i morsi sembrano avere origini nell’infanzia hippy di Dorothy, che da piccola si dilettava a mordicchiare la schiena della madre. Tra i suoi denti però sono passate schiene ben più famose, tra le quali quelle di Kanye West, David Bowie, Rihanna, Keith Richards, Gwen Stefani, Eminem e gli Oasis. È chiaro quindi come, avendo questi nomi tra i clienti affezionati, il successo e la fama della donna non potessero far altro che crescere, tanto che ora è riuscita persino a formare un gruppo di allievi, che sperano di poter diventare i futuri Dr. Dot.

Noi non siamo molto sicure di volere sperimentare questo nuovo trend, seppure sembri essere così popolare tra i vip. Soprattutto se per farlo dobbiamo sborsare la bellezza di 130 euro. Siamo convinte che, se proprio avvertiamo la necessità di farci mordicchiare la schiena, i nostri uomini saranno più che all’altezza per il compito o, in loro assenza, anche il gatto sarà più che felice di camminarci sopra. Avremo graffi al posto di morsi, ma almeno li avremo gratis.

Articolo originale pubblicato il 5 Maggio 2016

La discussione continua nel gruppo privato!