diredonna network
logo
Stai leggendo: I Cani Sanno Riconoscere i Bugiardi e Perdere la Fiducia

"Riposa in pace. So che verrai a cercarmi...", le parole della moglie a Chris Cornell

Perché la fine di un'amicizia è peggio della fine di un amore

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quando Marina Abramovic lasciò che la gente usasse il suo corpo come un oggetto

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Jeggings: cosa sono, come indossarli e i modelli di tendenza

Oroscopo dal 25 al 31 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Avril Lavigne è morta ed è stata rimpiazzata da un clone": le "prove" dei complottisti

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

Spora, ecco il mio viso dopo l'incidente: "Questa sono io e la perfezione non esiste"

I Cani Sanno Riconoscere i Bugiardi e Perdere la Fiducia

I Cani sono in grado di riconoscere i bugiardi. Ecco lo studio che evidenzia questa caratteristica che, perchè no, potrebbe tornarci proprio utile.
(foto: Web)
(foto: Web)

I cani sono i migliori amici dell’uomo e proprio perchè lo conoscono così bene, sanno anche “fiutare” i bugiardi e perdere così la fiducia in loro.
Tutto questo è stato evidenziato da uno studio su questi animali e il loro comportamento nei confronti degli umani.
Pare quindi che i cani sappiano riconoscere se il loro interlocutore sta mentendo e di conseguenza perdere la fiducia in quella determinata persona.

Dei veri e propri detective per scoprire chi sono le belle persone che ci circondano e quali invece andrebbero evitate.

Secondo uno studio intitolato “Do dogs follow behavioral cues from an unreliable human?” (I cani seguono le indicazioni di persone inaffidabili?), pubblicato su Animal Cognition e realizzato da un gruppo di studiosi della Kyoto University, i cani sarebbero abilissimi ad individuare le bugie.

Lo studio effettuato sui cani è stato diviso in fasi diverse.

In primis i cani sono stati posti di fronte a due contenitori, uno vuoto e uno con del cibo.
Inizialmente sono stati spinti ad andare verso quello con il cibo, poi è stato mostrato quello vuoto.
Nella fase tre l’uomo ha spronato ad andare ancora una volta verso quello con il premio e successivamente i cani hanno seguito la sua indicazione.
In pochi si sono diretti verso le ciotole senza ascoltarlo.

Fiducia ✓

Nella seconda fase chi suggeriva la ciotola da scegliere, indicava quella vuota.
I cani in poco tempo hanno perso interesse verso l’attività e verso l’umano.

Fiducia persa.

Gli scienziati hanno dimostrato come i cani, nonostante una buona dose di fiducia iniziale verso chi gli sta di fronte, sono in grado di toglierla nell’immediato.

Che ne dite? Potete provare a portare il vostro amico a 4zampe al prossimo appuntamento per non rischiare di inciampare nel solito str***?!