diredonna network
logo
Stai leggendo: Bambina di 11 anni costretta al matrimonio “Preferisco suicidarmi” [VIDEO SHOCK]

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

La Balena Felice e la Pink Whale contro Blue Whale, il gioco del suicidio social

Maturità: 6 trucchi per ricordare quello che si studia

"Ho lasciato che mia figlia cambiasse sesso a 4 anni e ne sono felice": la storia di Kai e di mamma Kimberly

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Cristian Fernandez: il bambino che rischia l'ergastolo

Maturità 2017, ecco le date degli esami e cosa c'è da sapere

Tenta il suicidio l'ex che ha sfigurato Gessica Notaro con l'acido

Oroscopo dal 4 al 10 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Bambina di 11 anni costretta al matrimonio "Preferisco suicidarmi" [VIDEO SHOCK]

Il caso di Nada Al-Ahdal sta facendo il giro del mondo grazie ad un video denuncia su youtube.Una piccola ma grande Donna di soli 11 anni che ha deciso di scappare dalla sua famiglia e da un matrimonio combinato.
(foto:Youtube)
(foto:Youtube)

Nada Al-Ahdal è una bambina di soli 11 anni che ha diffuso su internet un video dove racconta la sua storia, con la forza di un adulto consapevole al cento per cento delle proprie scelte. La piccola è fuggita dalla sua famiglia che voleva obbligarla a sposarsi con un uomo adulto.

“Che ne è stato dell’innocenza dell’infanzia?” si chiede mentre registra il suo messaggio. La sua richiesta di aiuto è un urlo che si unisce a quello di tante altre bambine costrette a sposarsi in tenera età con persone molto grandi. Nada racconta di come si senta privata della sua spensieratezza e si domanda cosa abbiano fatto di male i bambini per essere costretti a sposarsi.

Lei ora è libera, grazie allo zio, ma le sue parole colpiscono al cuore: “Sono solo bambini, ma non possono studiare o fare altro molti di loro tentano il suicido e alcuni ci sono riusciti gettandosi in mare. Questo non è normale per un bambino innocente”. Nada racconta nel dettaglio come suo padre e sua madre l’abbiano minacciata di morte: “Che tipo di persone minacciano di morte i loro figli in questo modo? – dice sconvolta – Piuttosto mi uccido da sola, pur di evitare il matrimonio con uno sconosciuto”.

Dopo la fuga ha avuto anche il coraggio di andare alla polizia e denunciare il tutto.

“Hanno ucciso i nostri sogni. Hanno distrutto tutto, dentro di noi non c’è più niente.Questo è un crimine, semplicemente un crimine”. “Mia zia materna aveva 14 anni quando è stata costretta a sposarsi. Dopo un anno ha versato litri di benzina sul suo corpo e si è data fuoco“. Nada sa di essere stata fortunata, ma senza cadere nell’egoismo vuole un mondo migliore per tutti.

Grandissima!

>>> Ecco il video denuncia!