diredonna network
logo
Stai leggendo: Omicida pentito tenta di circoncidersi ma si evira.

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

La Balena Felice e la Pink Whale contro Blue Whale, il gioco del suicidio social

Maturità: 6 trucchi per ricordare quello che si studia

"Ho lasciato che mia figlia cambiasse sesso a 4 anni e ne sono felice": la storia di Kai e di mamma Kimberly

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Cristian Fernandez: il bambino che rischia l'ergastolo

Maturità 2017, ecco le date degli esami e cosa c'è da sapere

Tenta il suicidio l'ex che ha sfigurato Gessica Notaro con l'acido

Omicida pentito tenta di circoncidersi ma si evira.

Il reo confesso Zoran Ahmetovic decide di circoncidersi da solo in carcere ma rischia l'evirazione.Una scelta dettata da motivi religiosi.
omicida-rimini

L’autore del gesto folle è il 38enne Zoran Ahmetovic, l’uomo che dopo 15 anni ha confessato l’ omicidio del riminese Max Iorio e che sta scontando la pena a 16 anni di reclusione nel carcere di Parma.

L’uomo ha ammesso l’omicidio solo dopo 14 anni dall’assassinio (avvenuto il 19 marzo 1997) nell’appartamento del dipendente comunale in via Santa Chiara, in pieno centro a Rimini, dopo una notte tra sesso e stupefacenti. Ahmetovic all’epoca dei fatti viveva in un campo nomadi a Rimini.

La tentata circoncisione ha fatto rischiare al detenuto un’emorragia. Si è giustificato parlando di motivi culturali e in una lettera ricevuta in questi giorni dal suo avvocato,  Ahmetovic si dice pentito e di aver imboccato la strada della fede. Nel pentimento parla anchealla famiglia della sua vittima, dando indicazioni precise, compreso la chiesa dove recarsi, per perdonarlo.