diredonna network
logo
Stai leggendo: Omicida pentito tenta di circoncidersi ma si evira.

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Omicida pentito tenta di circoncidersi ma si evira.

Il reo confesso Zoran Ahmetovic decide di circoncidersi da solo in carcere ma rischia l'evirazione.Una scelta dettata da motivi religiosi.
omicida-rimini

L’autore del gesto folle è il 38enne Zoran Ahmetovic, l’uomo che dopo 15 anni ha confessato l’ omicidio del riminese Max Iorio e che sta scontando la pena a 16 anni di reclusione nel carcere di Parma.

L’uomo ha ammesso l’omicidio solo dopo 14 anni dall’assassinio (avvenuto il 19 marzo 1997) nell’appartamento del dipendente comunale in via Santa Chiara, in pieno centro a Rimini, dopo una notte tra sesso e stupefacenti. Ahmetovic all’epoca dei fatti viveva in un campo nomadi a Rimini.

La tentata circoncisione ha fatto rischiare al detenuto un’emorragia. Si è giustificato parlando di motivi culturali e in una lettera ricevuta in questi giorni dal suo avvocato,  Ahmetovic si dice pentito e di aver imboccato la strada della fede. Nel pentimento parla anchealla famiglia della sua vittima, dando indicazioni precise, compreso la chiesa dove recarsi, per perdonarlo.