diredonna network
logo
Stai leggendo: Patchwork: stile, colore e fantasia per rendere la vostra casa più calda e accogliente

Patchwork: stile, colore e fantasia per rendere la vostra casa più calda e accogliente

Un'infinità di tasselli colorati, forme geometriche, fantasia, creatività e un tocco di romanticismo. Tutto questo è patchwork. Una tecnica inventata in America negli anni '60, per riutilizzare scarti di tessuto, che è divenuta una vera e propria moda tramandata sino ai nostri giorni. Trapunte, cuscini, tappeti e non solo. Sono davvero tantissime le opportunità che offre questo strumento per realizzare oggetti unici e originali dal sapore retrò.
Patchwork
Fonte: Web

In collaborazione con

Trapunte, coperte, cuscini, e molto altro. Con la tecnica del patchwork è possibile ottenere infinite creazioni e mettere in gioco tutta la propria creatività e fantasia. Colori, forme geometriche e disegni diversi vengono cuciti insieme per realizzare oggetti unici e personalizzati.

Una tecnica adorata dalle nostre nonne che conoscevano molto bene l’arte del riciclo pur non avendo ancora sentito parlare di green economy. Un modo divertente per riutilizzare tessuti in disuso o per cimentarsi in qualcosa di nuovo (anche se dal sapore antico). Molte di voi spesso ci chiedono come rendere più calda e accogliente la propria casa. Bene, è sufficiente un plaid sul divano, un tappeto o due cuscini realizzati con questa tecnica per donare subito al vostro ambiente un tocco di famigliarità e calore.

Se siete alle prime armi niente paura, basterà comprare il materiale necessario per iniziare, e seguire qualche semplice istruzione per ottenere già dei buoni risultati. Se amate il fai da te non potete davvero rinunciare a questa tecnica che vi permetterà di stupire tutti con le vostre creazioni. Pronte a imparare con noi? Vediamo come si fa e cosa è possibile fare con il patchwork.

1. Patchwork: materiale e strumenti per iniziare

Patchwork la tecnica
Fonte: Web

Per imparare la tecnica del patchwork sarà prima di tutto necessario procurarsi il materiale e gli strumenti fondamentali:

  • Righello graduato e squadre
  • Taglierino rotante o rotella (cutter con lama circolare)
  • Pianale per taglio
  • macchina per cucire (semplice cucitura diritta, aghi e fili)
  • Spilli a testa piatta
  • Forbici
  • Tessuti (in commercio troverete i tessuti americani per il patchwork che hanno la prerogativa di non ritirarsi e non stingere)

Per risparmiare tempo e fatica nella ricerca degli strumenti perfetti potete acquistare anche un kit già pronto all’uso.

2. La tecnica del patchwork: istruzioni per principianti

Se è la vostra prima volta, vi consigliamo di iniziare la vostra esperienza con il patchwork realizzando una coperta. Con questa tecnica, infatti, è più facile creare qualcosa di grandi dimensioni piuttosto che di piccole. Non solo, le prime volte converrà seguire un disegno già pronto (sul web o nei negozi di bricolage potete trovare molti modelli di questo tipo). Preparate i pezzi di stoffa seguendo le indicazioni del disegno e creando sul piano di taglio una sorta di collage. Una volta avvicinati i pezzi di stoffa, lasciando un discreto margine di distanza gli uni dagli altri, potrete procedere alla cucitura. Una volta cuciti insieme i pezzi di stoffa dovrete stirare accuratamente le cuciture per appiattire i margini. Questo è il procedimento semplificato al massimo. Per avere istruzioni più precise consigliamo di consultare il tutorial di Wikihow.com.

3. Coperte e trapunte patchwork per inguaribili romantiche

Coperte patchwork
Fonte: Web

Un vero classico del patchwork è la trapunta. Con questa tecnica potrete creare la vostra coperta dei sogni per la camera da letto oppure la prima coperta per il vostro bimbo. Una copertina per culla diventerà così un ricordo prezioso. Anche il vostro divano potrà beneficiare di un plaid personalizzato in colori, disegni e sfumature che daranno un tocco country o shabby al vostro salotto. Potete scegliere tessuti nei toni del beige, del grigio, del bianco per un look fresco e delicato. Se amate i colori, invece, potete creare una coperta “arcobaleno” che sarà molto apprezzata dai bambini. Se siete tradizionali potete optare per il rosso e le fantasie a quadretti. Insomma, non esiste stile che con il patchwork non si possa realizzare.

4. Praticità e colore con i tappeti patchwork

Tappeti patchwork
Fonte: Web

Non solo trapunte e coperte. Con il patchwork è possibile realizzare dei coloratissimi e pratici tappeti. Cucina, camera, salotto… tutte le stanze potranno essere decorate con questo elemento d’arredo. Anche in questo caso saranno tessuti e colori a fare la differenza di stile. Con il patchwork sarà possibile realizzare anche accessori per la cucina come presine, tovagliette, centrotavola. Una volta iniziato a creare non potrete più farne a meno!

5. Come ridare vita alla vecchia poltrona

Poltrona patchwork
Fonte: Pinterest

Le abbiamo viste nei negozi di arredamento più chic del momento. Sono poltrone rivestite di tessuto patchwork. Da sole riescono a dare un tocco di stile, originalità e colore a una  stanza. Se avete una vecchia poltrona che volete portare in discarica, perché non provare a donarle una nuova vita con questa meravigliosa tecnica? 

6. Obiettivo: cuscini morbidi tutti da abbracciare!

Cuscini patchwork
Fonte: Web

Un altro classico del patchwork sono i cuscini. Li abbiamo visti a casa della nonna, nei salotti dei film americani, e adesso sono tornati di moda. Perché piacciono così tanto? Semplice, perché trasmettono il calore di casa, sono morbidi da abbracciare e rendono ogni ambiente più familiare e accogliente. Se non volete un effetto gipsy, non esagerate con il colore, basterà unire il vostro colore preferito a toni neutri (grigio, beige, bianco) per ottenere un’atmosfera delicata e soft.

7. Animaletti di stoffa per i più piccoli

animaletti in stoffa patchwork
Fonte: Pinterest

Non solo coperte e cuscini. Con la tecnica patchwork potrete realizzare tantissimi oggetti carini e colorati. Ad esempio, che ne dite di questi dolcissimi animaletti di stoffa per bimbi? A noi piacciono davvero molto anche se non siamo più nell’età dell’infanzia. Questi pupazzetti potrebbero diventare il regalo per una nuova nascita, un compleanno o natale. Quando direte che sono fatti da voi, vedrete che sorpresa!

8. Portapenne e agenda per le più brave

Oggetti in patchwork: portapenne e agenda
Fonte: Web

Stiamo alzando un po’ l’asticella della difficoltà. Se siete diventate ormai abili con la tecnica del patchwork o avete già grande praticità nell’arte del cucito, potete cimentarvi nella realizzazione di oggetti sempre più complessi. Vi suggeriamo, in particolare, l’agenda e il portapenne. Bellissimi, colorati, e personalizzati. Ci piacciono molto.

9. Non solo “pezzi di stoffa”, abiti unici e originali con il patchwork

Abiti in patchwork
Fonte: Web

L’idea potrebbe sembrarvi bizzarra, ma osservando alcuni modelli comparsi sulle passerelle e soprattutto la moda per i bimbi potreste rimanere stupite. Gli abiti realizzati con la tecnica patchwork non saranno per tutte, ma le più creative e originali di voi potrebbero rimanerne affascinate. 

10. Anche la borsa si veste di colore e fantasia!

Borse patchwork
Fonte: Web

Eh sì, con il patchwork si possono creare anche delle bellissime borse. Come sempre la vostra abilità e creatività faranno la differenza. Potete realizzare pratiche borse per la spesa o delle portavivande per portare il vostro pranzo in ufficio. Anche le bambine saranno deliziate da una bella borsetta tutta colorata. Che ne dite?

11. Tante altre idee da realizzare!

portaoggetti in patchwork
Fonte: Web

Il mondo del web è come sempre ricco di idee deliziose per prendere spunto e creare poi il vostro oggetto unico e speciale. Per concludere in bellezza le nostre istruzioni sulla tecnica patchwork vi proponiamo alcuni portaoggetti e contenitori che è possibile realizzare con questo metodo. Organizer da appendere alla parete, ceste “portatutto” e simpatici gufetti portacellulare, che dire… chi ne ha più ne metta!