logo
Stai guardando: Screenshot nelle storie di Instagram, allarme rosso

Screenshot nelle storie di Instagram, allarme rosso

Attività seriali di stalking rovinate da una notifica. Non preoccupatevi ragazze abbiamo la soluzione.

Prossimo video

5 curiosità su Matthew McConaughey

Annulla

Premessa. Notifica. “Screenshot nelle storie: La prossima volta che acquisirai uno screenshot o registrerai lo schermo la persona che l’ha pubblicata potrà vederlo.”

Inizia così il panico per la stalker seriale, aka l’amica che controlla i profili degli ex fidanzati delle amiche (perché ovviamente la poveretta piantata in asso non può assolutamente continuare a seguirlo su nessun social), aka numero 2 l’innamorata persa di un amore platonico, così platonico che se a lui dovesse arrivare la notifica penserebbe “E questa chi è?!”.

Insomma Mark ha rovinato tante di noi e la nostra sessione giornaliera di stalking che ci faceva sentire così realizzate, rilassate e appagate. E ora che si fa?
Caro Mark tu pensi di fregarci, come fai benissimo con quei poveretti di Snapchat, ma noi siamo più furbe di te e abbiamo già trovato le giuste soluzioni.

Prima: abbiamo tutte un vecchio cellulare sostituito con un nuovissimo iPhone super tech, ecco lui sarà il nostro alleato. Noi guarderemo una storia, come tutte le persone normali, e con l’altra mano, per puro caso, scatteremo una fotografia alla storia del suddetto protagonista della nostra attività di stalking. Et voilà una bellissima fotografia pronta per essere zoomata e spammata a chiunque.

Le più tecnologiche hanno già trovato un’altra soluzione, più comoda e veloce: screenshot in modalità aereo. Questa però noi non l’abbiamo ancora testata, ci fidiamo del consiglio delle esperte.

Per concludere caro Mark, più tu tenti di rovinare il nostro hobby più noi perfezioniamo le nostre tecniche. Alla prossima.