logo
Galleria: “Sono stato male”: il ritorno di Costantino Vitagliano, sex symbol anni Duemila

“Sono stato male”: il ritorno di Costantino Vitagliano, sex symbol anni Duemila

"Sono stato male": il ritorno di Costantino Vitagliano, sex symbol anni Duemila
Foto 1 di 13
x

Costantino Vitagliano è stato male. Lo ha raccontato l’ex tronista più volte in questi mesi – l’ultima in un’intervista di Peter Gomez per La Confessione – come ci sia stato un periodo di malessere che, dalla sua carriera, si è spostato alla sua vita, influenzandola fortemente. Come capita in questi casi, parliamo di salute, ciò che tutti vorrebbero avere, ma che può venire meno per motivi di stress, come accadde a Costantino. Così l’ex tronista ha avuto un attacco epilettico, cui sono seguiti vari attacchi di panico. L’aneddoto viene raccontato anche nella biografia Costantino Desnudo di Alfonso Signorini, in cui si spiega del malore di Costantino Vitagliano, soccorso da Lele Mora che abitava nello stesso palazzo.

Che fine hanno fatto i tronisti più famosi di Uomini e Donne?

Che fine hanno fatto i tronisti più famosi di Uomini e Donne?

Io mi sentivo invincibile – ha raccontato Costantino Vitagliano all’intervista di Gomez – mi sentivo un ragazzo di strada con una forza fisica e mentale superiore a quello che poi ho dovuto fronteggiare. Mi sono ritrovato ad avere il corpo che non rispondeva più ai comandi che il cervello dava: sono caduto per terra, ho avuto degli attacchi epilettici, ero cosciente però non sentivo più il mio corpo. Da lì in poi sono partiti tutti i miei attacchi di panico. Da lì in poi è partita la paura della stessa immagine riflessa allo specchio. Io vivevo in casa chiuso al buio, ho staccato completamente tutto, telefoni, non volevo apparire, non volevo neanche che dicessero il mio nome. [È andata avanti] tra alti e bassi 5 anni.