logo
Galleria: Paul Walker che continua a vivere nella parole e nel dolore di Vin Diesel

Paul Walker che continua a vivere nella parole e nel dolore di Vin Diesel

Dopo la sua tragica morte, avvenuta il 30 novembre 2013, Vin Diesel non ha mai smesso di ricordare l'amico Paul Walker. Tanto da aver chiamato la figlia Pauline.

Paul Walker che continua a vivere nella parole e nel dolore di Vin Diesel

Paul Walker che continua a vivere nella parole e nel dolore di Vin Diesel
Foto 1 di 8
x

It’s been a long day without you, my friend
And I’ll tell you all about it when I see you again
We’ve come a long way from where we began
Oh I’ll tell you all about it when I see you again
When I see you again.

La canzone di Whiz Kalifa, colonna sonora di Fast & Furious 7, potrebbe essere stata scritta da Vin Diesel in onore di Paul Walker, l’amico e collega scomparso in un incidente d’auto  il 30 novembre 2013.

È stato un lungo giorno senza di te, amico mio – recita il testo del brano – e ti racconterò tutto quando ci rivedremo.

Vin Diesel, che aveva conosciuto Paul sul set del primo film della fortunata saga cinematografica ambientata nel mondo delle corse clandestine, nel 2001, non ha infatti mai perso occasione per ricordare l’amico scomparso prematuramente e celebrare il profondo affetto che li univa. Tanto che alla sua terza figlia, nata nel 2015, Vin ha dato proprio il nome di Pauline.

Paul Walker morì il 30 novembre mentre si trovava  a bordo di una Porsche Carrera GT guidata da un amico, Roger Rodas, anch’egli rimasto ucciso, a Santa Clarita, Los Angeles. Fonti accreditate, fra cui il suo agente, riferirono che l’attore quarantenne tornava da un evento benefico, organizzato per raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal tifone Yolanda nelle Filippine; Walker, del resto, da sempre era molto attento all’aspetto umanitario della sua professione, tanto da aver fondato un’associazione benefica, la Reach Out Worldwide, e da essersi recato prima a Constitución, in Cile, per aiutare le persone rimaste ferite nel terremoto di magnitudo 8,8 del 27 febbraio, e poi ad Haiti, in soccorso alle vittime del terremoto del 2010.

Quel 30 novembre, stando alle ricostruzioni, la Porsche Carrera GT su cui viaggiava con l’amico si schiantò contro un lampione e due alberi, prima di prendere fuoco. Il corpo dell’attore fu cremato e le sue ceneri sepolte al Forest Lawn Memorial Park di Hollywood Hills.

Paul lasciò la figlia Meadow, oggi ventenne, avuta da una relazione con l’ex fidanzata Rebecca Sotero, che dal 2011 si era trasferita a vivere con lui.

Per un’incredibile e drammatica coincidenza, Paul Walker perse la vita proprio su una di quelle auto da corsa che, al cinema, gli avevano dato tanta popolarità e gloria; dopo la sua morte, la produzione di Fast & Furious 7 ingaggiò i suoi fratelli, Cody e Caleb, come controfigure per continuare a girare la pellicola.

Anche se sono passati cinque anni dalla sua scomparsa, Paul continua a vivere in maniera indelebile nella memoria dei suoi amici e colleghi; soprattutto in quella di Vin, che ancora oggi soffre terribilmente la mancanza di un amico che era diventato quasi fraterno, e non perde occasione per parlare di lui, come vi raccontiamo in gallery. Ancora con le lacrime agli occhi, almeno fino al momento in cui potrà dirgli “I see you again”.

 

 

Rating: 3.3/5. Su un totale di 3 voti.
Attendere prego...