logo
Galleria: Nesli e Fabri Fibra e altre 5 coppie di fratelli che non vanno molto d’accordo

Nesli e Fabri Fibra e altre 5 coppie di fratelli che non vanno molto d’accordo

Nesli e Fabri Fibra e altre 5 coppie di fratelli che non vanno molto d'accordo
Foto 1 di 7
x

Avere un fratello o una sorella che ti aiutino, ti consiglino, ti sostengano nel momento del bisogno, con cui crescere e divertirsi insieme, è bellissimo… o forse no?

Certamente, il rapporto tra fratelli non è fatto tutto di rose e fiori, ci sono momenti di insopportazione più o meno celata, di liti violente e persino di rancori, che non si esauriscono all’epoca dell’infanzia, ma spesso arrivano soprattutto in età adulta, a causa di gelosie, antipatie e scelte evidentemente non condivise.

Come è naturale immaginare, neppure le coppie di fratelli vip fanno eccezione: se alcune dimostrano infatti di essere molto affiatate e amano comparire spesso in pubblico insieme (come dimenticarsi del bacio sulle labbra scoccato da Angelina Jolie al fratello James?), ce ne sono altre che proprio non si possono vedere.

Gemelli "diversi": i gemelli eterozigoti delle star

Gemelli "diversi": i gemelli eterozigoti delle star

Molte celebrity, infatti, non solo hanno un rapporto conflittuale (per usare un eufemismo) con i fratelli o le sorelle, ma in molti casi addirittura hanno completamente cessato di parlare con loro. Della serie “mio fratello è figlio unico”, tanto per parafrasare il titolo di un famoso brano di Rino Gaetano a cui anche il regista Daniele Luchetti si è ispirato per l’omonimo film con Scamarcio.

Ad esempio, oltre ai fratelli Muccino, i cui contrasti sono ormai noti da anni, sapevate che anche Beyoncé sembra non andare troppo d’accordo con la sorella Solange?

A volte le strade dei fratelli vip si sono divise per incompatibilità delle scelte personali, per visioni differenti del proprio lavoro, a volte per questioni private e non legate all’aspetto pubblico… insomma, per i motivi più disparati che hanno portato tutti, comunque, al medesimo risultato: quello di perdere del tutto – o quasi – il rapporto fraterno.

Capita anche nelle migliori famiglie, direbbe qualche saggio. Solo che noi, da inguaribili ottimiste quali siamo, speriamo sempre nel lieto fine, nel ricongiungimento e nella rappacificazione… che però, per molti di loro, sembrano davvero obiettivamente difficili.